Italia. Poveri raddoppiati in cinque anni: ora sono 5 milioniTribuno del Popolo
sabato , 22 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Italia. Poveri raddoppiati in cinque anni: ora sono 5 milioni

Secondo l’Istat a causa della recessione il numero di poveri in Italia sarebbe salito del 50% in meno di cinque anni, da 2,4 a 4,8 milioni dal 2007 al 2012.

Spesso i numeri non hanno nemmeno bisogno di spiegazioni. Dal 2007 al 2012, quindi in soli cinque anni, il numero di individui in assoluta miseria sarebbe letteralmente raddoppiato da 2,4 milioni a 5 milioni di persone. Come se non bastasse secondo l’Istat circa il 65% delle famiglie non riuscirebbe a comprare beni come prima della crisi. Circa la metà degli individui in povertà assoluta si troverebbe al Sud, fatto questo che sorprende perchè indica che anche al Nord e al Centro sono sempre di più le persone che non arrivano a fine mese. Dato ancor più agghiacciante dei cinque milioni di poveri, uno sarebbe composto interamente da minori. Antonio Golini, presidente dell’Istat, ha parlato di fronte alle commissioni Bilancio di Senato e Camera sul Ddl di Stabilità, fornendo un quadro agghiacciante della povertà in Italia: La recessione ha determinato gravi conseguenze sulla diffusione e sull’intensità del disagio economico nel nostro Paese: dal 2007 al 2012 il numero di individui in povertà assoluta è raddoppiato“. Golini ha anche ricordato come nell’ultimo anno l’aumento della povertà si sia esteso anchea fasce di popolazione che fino a quel momento erano riuscite a far fronte alla crisi in un modo o nell’altro. Aumentano anche le famiglie che non riescono più ad acquistare beni come prima. Basti pensare che nel primo semestre del 2013 circa il 17% delle famiglie avrebbe dichiarato di aver diminuito la quantità di genere alimentari acquistati.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/barduran/439844634/”>met.e.o.r.a</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top