Italicum, sì o no? Ennesimo stop riguardo le quote rosaTribuno del Popolo
mercoledì , 16 agosto 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Italicum, sì o no? Ennesimo stop riguardo le quote rosa

Ancora un piccolo grande problema per il GovernoRenzi, che non riesce ad incassare consensi riguardo la proposta delle quote rosa all’interno del Parlamento.

Fonte: Oltremedianews

Che ci fossero delle perplessità riguardo la solidità e la conseguente efficacia del Governo Renzi era cosa ben nota, ma che ci fosse un ennesimo stop riguardo la necessaria riforma della legge elettorale, i più ottimisti lo scongiuravano. Esatto, i più ottimisti, perché in fin dei conti così non è stato.Motivo del brusco arresto nell’approvazione della legge elettorale denominata Italicum è, tra gli altri, il confronto riguardo le quote rosa.  É stato drasticamente bocciato il primo emendamento riguardo la parità di genere e l’alternanza nelle liste bloccate della riforma elettorale, con ben 335 voti contrari e soli 227 favorevoli. Stessa sorte per il secondo emendamento, il quale avrebbe garantito una parità 50 e 50 fra i capilista. Il divario è ancor più ampio, con 344 no e 214 sì. Solo con il terzo emendamento, il quale avrebbe garantito una rappresentanza 60 e 40 per uomini e donne, la forbice fra favorevoli e contrari diminuisce, senza tuttavia permetterne l’approvazione: 298 no, 253 sì.

Decise alcune reazioni all’interno della Camera, in un primo momento le parlamentari del Pd hanno abbandonato l’aula in segno di protesta e, successivamente, hanno richiesto al capogruppo Roberto Speranza una riunione immediata. Prossimo obiettivo delle parlamentari è quello di bloccare l’entrata in vigore della legge elettorale, non garantendo il numero legale per il prosieguo della stessa.

L’ex Presidente del Partito Democratico Rosy Bindi, delusa dai risultati, ha già rievocato i 101 “franchi tiratori” che avevano ostacolato l’elezione di Romano Prodi al Quirinale. Riferimento dovuto, poiché se solamente gli esponenti del Pd avessero espresso voto favorevole, si sarebbero ottenuti 293 sì, necessari per l’approvazione.

Consapevoli dei possibili voti mancati nella giornata di oggi in Parlamento, già stamattina alcune donne avevano accolto l’iniziativa di Laura Ravetto, esponente di Forza Italia, la quale aveva invitato le donne parlamentari a vestirsi di bianco in segno di protesta.

Grande amarezza è stata espressa anche dalla Presidente della Camera Laura Boldrini, che ha dichiarato: “Non posso negare la mia amarezza, perché una grande opportunità è stata persa”.

A prescindere dal risultato della votazione, il Premier Matteo Renzi ha assicurato che la parità di genere e l’alternanza verranno assicurate nelle liste democratiche “Ho mantenuto la parità di genere da presidente della Provincia, da Sindaco, da Segretario, da Presidente del Consiglio dei Ministri. Non intendo smettere proprio adesso” queste le sue parole.

Tutto rimandato alla seduta in Parlamento di domani mattina, con poche speranze che si riesca a raggiungere un’intesa in tempi brevi.

Danilo Di Trani

VAI SULLA PAGINA GB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top