Kiev e Ue siglano accordo, ma sarà valido tra un annoTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Kiev e Ue siglano accordo, ma sarà valido tra un anno

 Kiev e l’Ue hanno raggiunto l’ormai famigerato accordo di libero scambio e associazione che però entrerà in vigore tra un anno. Questo accordo sancisce la rottura con Mosca che aveva cercato a lungo di opporsi a questa eventualità che accresce lo scontro in atto tra Russia ed Europa. 

Alla fine il tanto atteso accordo tra Ue e Kiev è arrivato, e non è di certo un buon modo per distendere i tesi rapporti tra Ue e Mosca dopo che negli ultimi tempi si è arrivati molto ma molto vicini allo strappo proprio a causa della guerra civile in Ucraina. Alla fine Kiev ha quindi deciso di ratificare un accordo di associazione e libero scambio con l’Ue, il pomo della discordia con Mosca anche perchè sancisce, de facto, l’allineamento europeista dell’Ucraina che Mosca, per ovvi motivi geopolitici, avrebbe voluto evitare. Con un grande significato simbolico le firme sono avvenute simultaneamente a Strasburgo e a Kiev in un collegamento video. L’evento è reso ancora più cruciale proprio dalla crisi attuale in atto ma l’accordo entrerà in vigore solo a partire dal 1 gennaio 2016, non certo comunque un modo per aprire un vero periodo di pace dal momento che nel Donbass l’esercito di Kiev continua a bombardare e ha distrutto case e infrastrutture negli ultimi mesi. A Mosca l’accordo raggiunto non ha destato molte sorprese dal momento che al Cremlino ormai sapevano da tempo della ratifica dell’accordo. Nikolay Valuyev, deputato di Russia Unita, il partito di Vladimir Putin, ha così commentato la vicenda: “La Russia ha sperato fino all’ultimo momento che l’Ucraina non distruggesse le fondamenta economiche su cui si basa. Ma a giudicare dai segnali che arrivano da Kiev non c‘è logica nelle loro azioni”. Cosa accadrà una volta che gli accordi siglati saranno effettivi? E’ questa la domanda che spaventa anche perchè Mosca quasi sicuramente chiuderà le sue frontiere per tutelarsi dalla concorrenza europea. L’accordo, che ha un fortissimo significato simbolico in quanto sancisce l’allontanamento dalla Russia, è stato votato all’unanimità dalla Rada ucraina. Nel parlamento europeo invece ci sono stati meno entusiasmi con 535 sì, 127 no e 35 astensioni.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top