Kiev secreta le indagini sul Boeing abbattuto in UcrainaTribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Kiev secreta le indagini sul Boeing abbattuto in Ucraina

 Con una mossa ovviamente ignorata dai nostri media il governo di Kiev assieme a Olanda, Belgio e Australia, ha deciso di secretare e non divulgare i risultati dell’indagine sull’abbattimento del volo della Malaysian Airlines abbattuto in Ucraina dell’Est il 19 luglio. Che sia un modo per non divulgare verità scomode? 

A sentire l’Occidente il day after l’abbattimento del volto della Malaysian Airlines avvenuto nei cieli dell’Ucraina dell’Est il 19 luglio non vi erano dubbi sulla paternità del gesto, si trattava dei separatisti filorussi. A distanza di oltre un mese però, stranamente nessuno ha potuto mostrare prove credibili che dimostrino queste accuse, al contrario progressivamente i media hanno cominciato a ignorare l’accaduto, comportandosi come se non fosse mai accaduto. All’improvviso nessuno ne ha semplicemente parlato più del Boeing della Malaysian, e anzi da fonti indipendenti e russe sono uscite altre indicazioni che inchioderebbero, guarda un pò, proprio Kiev i suoi alleati occidentali. In Malesia, paese direttamente colpito dalla tragedia, diverse fonti locali hanno parlato chiaramente del fatto che il Boeing sarebbe stato abbattuto in volo da un caccia ucraino, ma chiaramente il mainstream ha preferito ignorare e tacere in quanto questo avrebbe distorto l’immagine di Kiev come democrazia e vittima faticosamente costruita nel corso dei mesi. Ora però, a sottolineare la coscienza sporca di Kiev, il governo ucraino assieme a quello olandese, australiano e belga, hanno deciso di secre­tare e non divul­gare i risul­tati dell’indagine sulle cause dell’abbattimento del volo. A oggi nessuno è ancora riuscito a fare chiarezza sulle dinamiche dell’abbattimento del volo che ha portato alla morte di 298 persone tra passeggeri e personale. “Pur­troppo, ha detto il mini­stro degli esteri russo Lavrov, fin dall’inizio siamo stati testi­moni di ten­ta­tivi di nascon­dere le prove e di osta­co­lare l’attuazione della riso­lu­zione adot­tata dal Con­si­glio di Sicu­rezza delle Nazioni Unite. La Rus­sia è l’unico paese che uffi­cial­mente ha pre­sen­tato alla comu­nità inter­na­zio­nale i dati rela­tivi all’incidente, dopo averli rice­vuti dai nostri organi addetti al con­trollo dello spa­zio aereo“, ha spiegato il ministro degli Esteri Lavrov, sottolineando come i vari paesi occidentali che hanno accusato i ribelli filorussi non hanno prodotto alcuna prova atta a suffragare le loro accuse. Viceversa diversi esperti hanno fatto emergere come sul Boeing vi sarebbero segni di danneggiamento che indicherebbero come il velivolo sarebbe stato colpito in volo da due diverse direzioni, fatto questo che inchioderebbe l’Ucraina alle sue responsabilità ancor più che un caccia ucraino è stato segnalato in volo nei pressi del Boeing poco prima dell’abbattimento. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO
«».

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top