L' "Autunno caldo" spaventa la "Lady di ferro" Fornero | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 25 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

L’ “Autunno caldo” spaventa la “Lady di ferro” Fornero

Il ministro del Welfare Fornero ha lanciato una nuova offensiva sul mondo del lavoro concedendo un’intervista a “Radio anch’io”: “Rivalutare il ruolo della classe operaia”. Ma ora la Lady di ferro ha paura della reazione operaia e di un nuovo “autunno caldo”.

Link Foto

Fa bene il ministro del Welfare Elsa Fornero a dirsi preoccupata in vista del prossimo autunno, un autunno che per più di un motivo di preannuncia già oggi, nelle assolate giornate d’agosto, come rovente. “L’autunno non sarà facile. Questa crisi, lo abbiamo visto con i dati di ieri, è molto pesante e mette a rischio il futuro industriale del Paese”, ha spiegato visibilmente preoccupata la Fornero ai microfoni di “Radio Anch’io”, ma forse bisognerebbe spiegarle che conta un bel pò anche il presente degli italiani, quello si, messo a rischio da una campagna di tagli indiscriminati. “Sull’industria dobbiamo e possiamo puntare“, ha aggiunto il ministro, secondo cui la situazione drammatica attuale non sarebbe solo colpa della politica, “ma anche del credito e degli imprenditori stessi che devono avere un atteggiamento più volto all’investimento e alle aggregazioni che fanno economia di scala“. Intanto però, anche se non è colpa loro, operai, giovani e dipendenti continuano a pagare di tasca loro una crisi che ha invece ingrossato ben altre tasche. Se non altro il ministro torinese almeno inizia a rendersi conto che la situazione potrebbe ben presto peggiorare, per tutti. Anche per questo la Fornero incontrerà nel corso del mese di agosto Sergio Marchionne, i due parleranno a lungo del futuro della Fiat, un futuro mai così incerto: “Ritengo che incontri di franca discussione siano sempre utili  e personalmente non mi sono mai sottratta ed anzi mi sono offerta più volte. Con Sergio Marchionne, mi sono sentita recententemente ed abbiamo pensato ad un incontro anche nel mese di agosto“. La Fornero sarebbe fiduciosa che il futuro della Fiat sarà qui in Italia, anche se non si sa a che prezzo. Il ministro del Welfare ha anche parlato della vicenda dell’Ilva, giudicando equilibrata la decisione del tribunale di Taranto: “Tutti abbiamo detto che rifiutiamo la contrapposizione tra lavoro e salute e che occorre cercare un equilibrio“, ha detto il ministro. Infine, il ministro del Welfare ha anche fatto riferimento all’ “identità della classe operaia a cui bisogna ridare dignità. Sicurezza e salute fa parte di questa dignità perchè l’operaio non sia considerato un lavoratore di serie b”. Il governo quindi considera gli operai come “il futuro del Paese“, anche se quale questo futuro sia, purtroppo, gli operai non riescono ancora a comprenderlo.

D.C.

VAI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top