La Bolivia dichiara Israele uno "Stato terrorista"Tribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La Bolivia dichiara Israele uno “Stato terrorista”

La Bolivia con una decisione storica ha dichiarato Israele uno “stato terrorista” e ha reso nullo un accordo con il Paese per protestare riguardo all’attacco militare contro Gaza.

Qualcosa si muove a livello internazionale dopo gli ultimi massacri di palestinesi innocenti perpetrati nei giorni scorsi, al punto che la Bolivia ha deciso di prendere posizione dichiarando Israele uno “Stato terrorista” e rinunciando a un accordo con Tel Aviv proprio come segno di protesta riguardo alla campagna militare israeliana a Gaza che ha già causato più di 1300 morti e almeno 7000 feriti. Morales ha anche cancellato l’accordo del 1972 che permetteva agli israeliani di viaggiare liberamente in Bolivia. Morales ha chiarito senza giri di parole che ciò significa, senza giri di parole, dichiarare Israele uno “stato terrorista”. Secondo il presidente della Bolivia l’Operazione Protective Edge avrebbe mostrato chiaramente che Israele non “è un garante dei principi del rispetto della vita e dei precetti elementari dei diritti che governano la pacifica e armoniosa coesistenza della nostra comunità internazionale“. L’annuncio è arrivato dopo una riunione di gabinetto nel governo al termine della quale Morales ha deciso di rendere nullo l’accordo del 1972 sui visti per l’Israele siglato quando nel paese sudamericano si trovava un regime di dittatura. Non solo, nei giorni scorsi proprio Morales aveva chiesto all’Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite di perseguire Israele per crimini contro l’umanità. Anche altri paesi sudamericani come il Cile ed El Salvador hanno richiamato i loro ambasciatori in Israele per consultazioni legate alla violenza crescente nella Striscia di Gaza contro civili. La mossa segue quelle fatte da Ecuador, Brasile e Perù, che hanno a loro volta richiamato per protesta i loro ambasciatori. Insomma pian piano si sta formando un folto schieramento di protesta nei confronti di Israele alla luce delle operazioni militari condotte contro civili inermi a Gaza e nella Striscia.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top