La Coop "sei tu". Polemiche con la CgilTribuno del Popolo
giovedì , 23 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La Coop “sei tu”. Polemiche con la Cgil: “Se loro unico fine il profitto rivedano lo slogan”

Scintille tra Cgil e Coop dopo la giornata di sciopero dello shopping indetta dai sindacati per il rinnovo dei contratti dei lavoratori del settore commerciale. Duro affondo del segretario della Cgil, Susanna Camusso, nei confronti della Coop e di Federdistribuzione, accusati di perseguire solo il profitto senza alcun riguardo per i lavoratori e le loro famiglie.

Non è stato un super successo lo sciopero dello shopping che era stato indetto nella giornata di sabato 19 dicembre dai sindacati confederali per riuscire a ottenere un nuovo contratto dei lavoratori del commercio. Da tempo i lavoratori del settore lamentano situazioni di lavoro insopportabili, una precarietà totale e uno stipendio largamente insufficiente, e ora anche i sindacati se non altro sembrano aver deciso di seguire la vicenda. Lo sciopero è stato un mezzo flop in quanto vi avrebbero partecipato solo l’8% dei lavoratori, ben il 15% meno rispetto allo scorso sciopero del 7 novembre. Ma nonostante questo il disagio c’è eccome non a caso il segretario della Cgil Susanna Camusso è entrata a gamba tesa nei confronti di Federdistribuzione: “Dicevano che non era civile scioperare il 19 dicembre, e allora chiediamo al presidente di Federdistribuzone dov’è la civiltà di chi non rinnova i contatti lavori, costringendo i lavoratori a passare un altro Natale senza contratto(Agi)

Noi siamo pronti, saremmo contenti se potessimo dire che sotto l’albero di Natale troverete il contratto. Ma vi diciamo che continueremo così, Cgil insieme a Cisl e Uil, perchè il contratto lo vogliamo“, ha detto ancora la Camusso che ha tirato le orecchie anche alla Coop, i cui punti vendita sono rimasti tutti aperti nel territorio nazionale. Così anche lo slogan “La Coop sei tu” diventa quasi sarcastico dal momento che nessuno sembra prendersi a cuore la situazione lavorativa dei dipendenti, non a caso proprio la Camusso ha invitato la Coop a rivedere il proprio slogan ritenendola peraltro responsabile del mancato rinnovo del contratto di categoria e di avere come unico fine quello del profitto. Meglio tardi che mai verrebbe da dire, ma noi ci chiediamo come mai Camusso e Cgil si accorgano solamente ora della situazione lavorativa di moltissimi italiani.

Photo Credit https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Susanna_Camusso_by_Paolo_Visone_-_International_Journalism_Festival_2011.jpg @PaoloVisone

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top