La guerra globale di Siria e i "ribelli della Cia"Tribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La guerra globale di Siria e i “ribelli della Cia”

La Russia ha cominciato i bombardamenti in Siria e gli Stati Uniti hanno protestato ufficialmente per bocca del senatore John McCain: “Avete bombardato i ribelli addestrati dalla Cia”. Insomma una ammissione in piena regola che mostra come la Russia sia solo l’ultimo paese a inserirsi negli affari interni della Siria, dove ormai si combatte una guerra globale circoscritta e per procura. 

In Siria ormai si sta combattendo qualcosa di molto simile a una guerra globale dal momento che tutte le principali potenze hanno in qualche modo dei referenti nell’inferno siriano. Indipendentemente dalle ragioni e dai torti o da come qualcuno possa pensarla sulla Siria, quello che sta accadendo nel paese è che potenze straniere o comunque paesi limitrofi ingeriscono negli affari interni di Damasco impunemente. Dopo anni di finanziamenti, missioni di intelligence, massacri e bombardamenti ecco che la Russia ha deciso di entrare in scena rispondendo all’appello del governo, teoricamente ancora in carica, di Assad (vecchio alleato del Cremlino). La Russia ha quindi inviato mezzi e aerei in Siria per combattere contro Isis e altri gruppi jihadisti, e non appena ha cominciato le azioni militari sul terreno, come prevedibile, gli Stati Uniti e i vari alleati europei e locali (Arabia Saudita, Turchia) hanno subito cominciato ad accusare la Russia.

cartina

In particolare il senatore John McCain in una intervista alla Cnn ha detto chiaramente: “Posso assolutamente confermare che i primi raid  sono stati contro individui e gruppi finanziati e addestrati dalla nostra Cia”. Una frase ignorata dai media occidentali ma che reca con sè importanti conseguenze dal momento che McCain ha sostanzialmente ammesso che gli Stati Uniti hanno formato miliziani attivi in territorio siriano e che presumibilmente non stanno combattendo contro lo Stato Islamico bensì solo contro le forze governative di Damasco (che piaccia o meno sono le uniche a fronteggiare sul terreno con un certo peso i miliziani jihadisti dato che il Free Syrian Army ha perso ormai da mesi rilevanza dal punto di vista militare). Anche l’agenzia Reuters ha riportato la dichiarazione di Hassan Haj Ali, comandante del gruppo Liwa Suqour al-Jabal, che ha ammesso che i russi avrebbero colpito un campo di addestramento nella provincia di Idlib gestito da “ribelli addestrati dalla Cia in Qatar e Arabia Saudita“.Dunque anche ammettendo che tali ribelli siano agenti della Cia, per che fine sono stati addestrati dagli americani e inviati in Siria? Come mai è accettabile che gli Usa formino guerriglieri da inviare a combattere in uno Stato sovrano mentre sarebbe inaccettabile che la Russia intervenga a favore di un governo in carica?

In ogni caso il ministro degli Esteri del Cremlino, Lavrov, ha risposto per le rime: “Non consideriamo il Free Syrian Army un gruppo terroristico, e pensiamo invece che dovrebbero essere parte della soluzione politica”, suggerendo quindi che le bombe russe non sarebbero state dirette contro i ribelli indicati dagli Usa. Intanto però dal Libano arrivano notizie circa una possibile offensiva di terra da parte di Damasco che potrebbe riguardare la regione di Idlib e Hama sfruttando il supporto aereo della Russia. Secondo Reuters l’Iran avrebbe inviato combattenti di milizie sciite per combattere contro l’Isis e gli altri gruppi armati sunniti in Siria. E proprio l’Iran ha detto di appoggiare in tutto e per tutto le operazioni russe, e lo ha fatto tramite il portavoce del Ministero degli Esteri iraniano, MarziehAfkham: “La Repubblica islamica dell’Iran considera l’intervento militare russo contro gruppi terroristici un passo avanti nella guerra al terrorismo e nella soluzione della crisi siriana“.  Ed è proprio questo il punto: l’Iran ha ricordato come i raid russi siano partiti a seguito di una “richiesta ufficiale del governo siriano”.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top