La Lega gioca la carta degli untoriTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
La Lega gioca la carta degli untori

La Lega gioca la carta degli untori

Matteo Salvini, segretario della #Lega Nord, è tornato ad agitare lo spauracchio delle invasioni di immigrate con tanto di “dagli all’untore” di medievale memoria. Con la svolta #NoEuro e gli ammiccamenti a Le Pen forse Salvini cerca di resuscitare un partito sepolto dagli scandali di Bossi e soci. 

Lo ammettiamo, non volevamo nemmeno scrivere questo articolo per parlare della Lega Nord. Avevamo deciso da qualche mese di smetterla di parlare di loro in quanto sarebbe stata solo una clamorosa perdita di tempo. Non peraltro, noi non sopportiamo i razzisti, soprattutto se, tra una cosa e l’altra, sono penetrati nelle istituzioni ormai da anni e continuano, nonostante scandali clamorosi, ad avere il coraggio di presentarsi in pubblico. Questa volta però abbiamo voluto fare una eccezione perchè il nuovo corso impresso al Carroccio da #MatteoSalvini ci lascia sempre più interdetti. Messa in cantina, per ora, la “Padania”, forse in vista delle imminenti elezioni Europee e nel tentativo di rianimare una Lega semidistrutta dagli scandali, Salvini ha pensato bene di riesumare il volto peggiore della Lega, quello aggressivo, intollerante e dal forte sapore eversivo. Salvini ha difeso gli indipendentisti veneti, oggettivamente delle macchiette, ma offendendo comunque le istituzioni italiane, istituzioni che peraltro la Lega Nord per loro stessa ammissione non riconosce. Non pago, Salvini ha voluto sostituire momentaneamente la Padania con un generico #NoEuro, forse perchè i camerati d’Oltralpe gli hanno suggerito che serve a portare voti in saccoccia. Del resto ve lo siete forse dimenticati Borghezio in un comizio in Francia qualche anno fa che dava indicazioni preziose ai camerati locali come ad esempio nascondersi dietro il localismo? Noi sì, e ci ricordiamo anche delle varie uscite della Lega contro il ministro Kyenge e di tutte le perle passate dei vari Calderoli, Tosi e Gentilini. Matteo Salvini ha voluto dare alla Lega un volto giovane, e infatti su Facebook commenta quasi in tempo reale i fatti di cronaca. Poteva farsi sfuggire l’occasione di  sfruttare e speculare la questione degli immigrati? E via a parlare di invasione nel suo profilo, nel tentativo di scatenare l’isteria popolare trovando i capri espiatori da offrire sul piatto alla folla urlante:  L’IMMIGRAZIONE DI MASSA rischia di riportare in Italia diverse MALATTIE scomparse da tempo.Secondo il giornalista di Rai Tre, la Lega “esagera”.Invece la mia è una PREOCCUPAZIONE SERIA.Chi controlla la salute di 800.000 immigrati in partenza?In Italia non c’è più posto.”  Insomma Salvini ha riesumato addirittura le figure medievali dell’ invasione barbarica e degli untori, una sorta di campagna elettorale medievale, che forse sarebbe perfetta per Feudalesimo e Libertà.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/ro_buk/5886852829/”>ro_buk [I'm not there]</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.0/”>cc</a>

Gracchus Babeuf

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top