La lista dei manager nominati da Renzi (Chi sono?)Tribuno del Popolo
martedì , 17 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La lista dei manager nominati da Renzi (Chi sono?)

La lista di tutti i manager nominati da Renzi. In molti casi c’è continuità con il passato, in altri aleggia un passato “misterioso”.

Fonte: Oltremedianews

Emma Marcegaglia – Presidente Eni: alcuni organi di stampa hanno fatto notare come l’azienda di famiglia Marcegaglia SpA utilizzi procedure di ottimizzazione fiscale grazie a holding in Irlanda e in Lussemburgo.Emma Marcegaglia ha dichiarato a più riprese nel 2009 che lo scudo fiscale è un “male necessario”.Successivamente, nell’ambito dell’inchiesta per falso in bilancio relativa alla sua azienda, la parte dell’inchiesta riguardante l’evasione fiscale viene archiviata perché i capitali oggetto dell’inchiesta sono stati scudati. A ottobre 2011 ha dichiarato che lo scudo fiscale “non è la scelta giusta in quanto premia i furbi”.Nell’affare Alitalia-CAI dopo un’intenzione iniziale seguita dalla dichiarazione di essere definitivamente uscita dalla cordata rimane ancora in possesso della sua quota azionaria. Alcuni osservatori come ad esempio l’Ing. De Benedetti sostengono che la Marcegaglia abbia cominciato tardivamente a fare opposizione al governo Berlusconi avendo fatto affari con quel governo. “È noto, e credo che sia un’operazione del tutto corretta, che la Marcegaglia ha affittato a un prezzo considerato da tutti risibile le attrezzature buttate via per il vertice del G8 della Maddalena del 2009 e questa è stata una decisione del governo Berlusconi”.

Claudio Descalzi – AD di Eni: ha un passato da studente del Politecnico di Milano è una carriera di tutto prestigio nell’azienda del cane a sei zampe: è assunto nel 1981 ma diventa subito un quadro di tutto rispetto nel settore esplorazioni, soprattutto in Nigeria con Eni e la consociata NAOC (Nigerian Agip Oil Company). Nel 2005 diventa il vice di Scaroni.

Gianni De Gennaro – Presidente Finmeccanica: Nell’aprile 2008 viene richiesto il rinvio a giudizio per De Gennaro per istigazione alla falsa testimonianza nelle indagini inerenti ai fatti del G8 di Genova e in particolare i fatti della scuola Diaz.
Il 1 luglio 2009 il pm chiede che gli siano attribuiti due anni di reclusione per istigazione alla falsa testimonianza, cioè per pressioni sull’ex questore affinché dichiarasse il falso sugli eventi alla scuola Diaz durante il G8 di Genova, per cui in aprile dell’anno prima era stato chiesto il rinvio. L’8 ottobre 2009 nella sentenza di 1º grado, De Gennaro viene assolto.
Il 17 giugno 2010 De Gennaro viene condannato in appello ad un anno e quattro mesi di reclusione per istigazione alla falsa testimonianza nei confronti dell’ex questore di Genova Francesco Colucci nel processo per l’irruzione alla Diaz del G8 nel 2001. Il 23 novembre 2011 viene infine assolto in quanto “i fatti non sussistono”. Il 10 dicembre 2012 l’ex questore di Genova Francesco Colucci è però condannato a 2 anni e 8 mesi per falsa testimonianza in favore di De Gennaro, lasciando quindi diverse incongruenze circa il ruolo e le accuse rivolte a De Gennaro.

Mauro Moretti – AD di Finmeccanica: partito come sindacalista nelle Cgil Trasporti, diventa prima segretario nazionale e poi amministratore delegato del gruppo Ferrovie dello Stato, Presidente della Fondazione FS Italiane (marzo 2013), Presidente del Consiglio di Amministrazione di Grandi Stazioni (2008) e Responsabile ad interim della Direzione CentraleAffari Internazionali e Istituzionali. Con Renzi trova una nuova poltrona, nonostante la polemica a distanza relativa alla riduzione degli stipendi dei manager sviolinata (fin ora) da Renzi.
A livello internazionale Mauro Moretti è vicepresidente della Union internationale des chemins de fer e Presidente dello European Management Committee della UIC (Union Internationale des Chemins de Fer) da dicembre 2013. Da settembre 2012 ricopre il ruolo di Co-Chairman dello Italian Egyptian Business Council.

Patrizia Grieco – Presidente Enel: Dal 2003 a gennaio 2006 è AD di Siemens Informatica. Tra il 2008 e il 2013 e sia AD che presidente di di Olivetti. E poi le auto appunto: è amministratore di Fiat Industrial S.p.A. dal 5 aprile 2012.

Francesco Starace – AD di Enel: già AD di Enel Green Power ha vissuto all’estero per molti anni ricoprendo ruoli di prestigio in Abb, Alstom e General Electric.

Luisa Todini – Presidente Poste Italiane: È stata eletta, ventottenne, eurodeputata alle elezioni europee del 1994 per le liste di Forza Italia.
È membro della Fondazione Italia USA dal 2008. Dal 2010 al 2012 è presidente della FIEC (European construction industry federation). È stata eletta consigliere di amministrazione della Rai il 5 luglio 2012, in quota Lega Nord/PdL.
E’ presidente della “Todini costruzioni spa”  e membro del CDA di Salini Costruttori S.p.A. Voci indiscrete parlano di un veto berlusconiano.

Francesco Caio – AD di Poste Italiane: anche lui gravita nell’orbita di Palazzo Chigi dal 2013, quando Enrico Letta lo volle alla guida della cosiddetta Agenda Digitale italiana. Un passato da vicepresidente della banca d’affari Lehman Brothers Europa, e di AD di Endemol e Telecom. Nel suo curriculum la Banca Nomura,
Dal 2008 è Vice Chairman della banca di investimenti Nomura Int.l a Londra

  Nicola Gesualdo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top