La Merkel frena sulle sanzioni a MoscaTribuno del Popolo
lunedì , 24 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La Merkel frena sulle sanzioni a Mosca

Mentre Obama alza i toni e minaccia la Russia di sanzioni, il Cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto di sperare per una soluzione pacifica della crisi in Ucraina. I legami di Berlino con Mosca sono infatti troppo stretti per decisioni avventate.

La politica estera è una cosa seria, non può essere figlia di approcci umorali e vendicativi. La Merkel questo lo sa bene, e ben si spiega il suo atteggiamento moderato nei confronti del Cremlino rispetto a quello piratesco e quasi da bullo che, come al solito, hanno assunto gli Stati Uniti. Mentre l’Occidente minaccia sanzioni sempre crescenti nei confronti di mosca dopo il referendum della Crimea, la Merkel ha infatti cercato di calmare le acque, auspicandosi una soluzione pacifica allo stallo sulla crisi ucraina. La Merkel ha chiaramente detto di non essere minimamente interessata alla escalation di tensione con la Russia, e lo ha ribadito parlando dopo l’incontro di mercoledì a Berlino con il presidente della Sud Corea. “Al contrario sto lavorando per una de-escalation della situazione“, ha poi ribadito citata da Itar-Tass. Secondo la cancelliera la situazione non avrebbe ancora raggiunto un livello nel quale sarebbero necessarie le sanzioni contro la Russia, invocate invece ripetutamente da Obama. L’atteggiamento della Merkel del resto ben si comprende dal momento che la Germania ha importanti vincoli commerciali col Cremlino con accordi di commerci bilaterali equivalenti a 76 miliardi di euro solo nel 2013. Non solo, almeno 6000 aziende tedesche e 300.000 posti di lavoro dipendono direttamente da partners commerciali russi. Attualmente Berlino è il primo Paese esportatore verso la Russia, con le compagnie di automobili tedesche che soffrirebbero pesantemente se le sanzioni contro la Russia diventassero reali dal momento che il 50% delle esportazioni tedesche verso Mosca riguardano veicoli e macchinari. Dall’alta parte della medaglia la Germania è pesantemente dipendente dall’energia russa, con circa il 35% delle importazioni di gas che provengono proprio da Mosca. Ecco perchè difficilmente i tedeschi seguiranno Obama nelle sue avventure in politica estera, che mostrano un Occidente e una Nato sempre più nervose perchè in difficoltà.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/eppofficial/9307205608/”>European People’s Party – EPP</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA GB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top