La repressione non può vincere il terrorismo. La pace forse sì | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La repressione non può vincere il terrorismo. La pace forse sì

Beninteso il buonismo sembra essere un pericolo speculare alla xenofobia per rispondere al terrorismo. Eppure nonostante perquisizioni, stato di polizia, blitz e stato di emergenza il terrorismo islamico ha dimostrato di poter colpire come e quando vuole. Dunque per riuscire a proteggere i propri cittadini non sarebbe più opportuno cambiare la politica estera dell’Occidente?

Il terrorismo è ovviamente inaccettabile in tutte le sue forme e di conseguenza si penserebbe che i governi facciano tutto quello che è in loro possesso per mettere in sicurezza i propri cittadini. Dunque il buonismo di fronte ad attentati che colpiscono nel mucchio è ovviamente deleterio, così come sarebbe deleterio anche farsi prendere dall’islamofobia e prendersela con i musulmani nel loro complesso. Il problema è che all’indomani del Bataclan di Parigi il Belgio ha risposto con blitz, stato di emergenza, raid e città congelata per giorni. Eppure tutto questo non ha impedito che il terrorista in fuga Salah si nascondesse a pochi metri da casa sua e non ha permesso nemmeno di smantellare i suoi complici e gli altri terroristi. Anzi gli attentati dell’aeroporto e della metropolitana di Bruxelles hanno dimostrato come la repressione non possa fermare qualcuno che è disposto a farsi saltare in aria sacrificando la propria vita. Dunque oltre al polso fermo e alla volontà di difendere la sicurezza dei propri cittadini bisognerebbe anche porsi la domanda se non si possa combattere maggiormente il terrorismo cambiando politica in Medio Oriente. Evidentemente l’aver cacciato Gheddafi è stato un errore clamoroso così come appoggiare determinati paesi come quelli del Golfo e l’Arabia Saudita eppure non sembra che la politica estera dell’Occidente sia in discussione, anzi si parla di escalation e nuove guerre. E allora vista la situazione non si capisce in che modo il terrorismo purtroppo possa essere arginato dato che la Nato e l’Occidente non hanno alcuna intenzione di cambiare politica in Medio Oriente e magari di appoggiare quelli che il terrorismo lo combattono davvero.

Tribuno del Popolo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top