La rivolta del Pdl contro la magistraturaTribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La rivolta del Pdl contro la magistratura

Il Pdl si stringe come di consueto intorno a Silvio Berlusconi, nei guai giudiziari dopo il rinvio a giudizio di Napoli e la condanna in appello sul caso Mediaset. Domani a Brescia si terrà la prima manifestazione del Pdl contro le toghe, un’iniziativa che svela il volto eversivo della destra italiana. 

Photo Credit

“Il Popolo della Libertà scende in piazza in difesa di Silvio Berlusconi. La manifestazione si svolgerà sabato 11 maggio a Brescia, alle 16 in piazza Duomo, con la partecipazione del presidente del Popolo della Libertà“, questa la nota con cui il Pdl ha annunciato la manifestazione di domani, una risposta ben precisa ai giudici della seconda sezione della Corte d’Appello di Milano che hanno confermato la condanna a Silvio Berlusconi a 4 anni di reclusione, (tre dei quali condonati dall’indulto), e a 5 anni di interdizione dai pubblici uffici per frode fiscale nell’ambito del processo sui diritti tv per le reti Mediaset. Ovviamente il Cavaliere sarà presente alla manifestazione, ma questo sarà solo l’inizio dato che il Pdl sta pensando anche a una manifestazione di fronte al tribunale di Milano dove si svolge il processo Ruby. Berlusconi si è scagliato contro i giudici tirando fuori la solita tiritera contro i giudici politicizzati.Insomma, secondo il centrodestra Silvio Berlusconi è innocente a priori, e chiunque voglia dimostrare il contrario altro non sarebbe che un provocatore. Poco importa che le carte giudiziarie stanno dimostrando tutte le colpe del Cavaliere, dalla tentata e riuscita corruzione dell’ “Operazione Libertà” quando cercò di comprare i deputati del centrosinistra del traballante governo Prodi per far cadere il governo, fino alla frode fiscale milionaria del caso Mediaset. Niente, per i pasdaran del Cavaliere sono tutte bugie, una convinzione che rasenta il fanatismo dato che ormai tutti gli italiani dispongono di sufficienti elementi per farsi un’idea della moralità di Silvio Berlusconi. Da veri fanatici continuano a scorgere in una non meglio definita sinistra eversiva (esiste ancora una sinistra?) un pericolo mortale per una non meglio specificata “libertà”, e in nome di questa lotta folle sono disposti a perdonare ogni errore e ogni debolezza al loro campione. La manifestazione indetta contro le toghe, e soprattutto le pesantissime accuse lanciate dal Pdl ai danni della magistratura hanno il sapore dell’eversione e del disprezzo nei confronti delle istituzioni. “Queste sentenze arrivano in un momento cruciale, mentre cerchiamo di tirare fuori l’Italia dalle difficoltà con una collaborazione non facile con il Pd. Una collaborazione che pochi pensavano fosse possibile realizzare, un tentativo storico di portata superiore a quella del governo Andreotti. Andremo avanti su quella strada per poter realizzare le riforme per rendere l’Italia un Paese pienamente governabile“, ha detto ancora il Pdl, dimenticando che gran parte del disastro attuale in cui versa l’Italia dipende proprio dal malgoverno del centrodestra negli ultimi anni. Non si è fatta attendere la reazione dell’Associazione nazionale magistrati. Secondo i giudici “le dichiarazioni di numerosi esponenti politici e rappresentanti delle Istituzioni che commentano singole iniziative o decisioni giurisdizionali, delle quali oltretutto non sono note le motivazioni, utilizzando espressioni violente e offensive estranee a ogni legittimo esercizio del diritto di critica” e,  hanno aggiunto in una nota, costituiscono una “pericolosa delegittimazione del ruolo della giurisdizione nella nostra democrazia“. Anche per questo motivo preoccupa che un partito politico di governo si mobiliti per andare contro dei servitori dello Stato, è come se una parte dello Stato si volesse ribellare alle leggi. La speranza è che le istituzioni proteggano la magistratura da chi, come Berlusconi, ha tutto l’interesse ad andare allo scontro per evitare il peggio.

Gracchus Babeuf

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top