La verità sul Fatto Quotidiano [http://detestor.blog.com/] | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 28 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La verità sul Fatto Quotidiano [http://detestor.blog.com/]

Bene bene, eccoci qua, dove Iside non può cancellare quello che scrivo.Allora, tanto per cominciare , il forum de ilfattoquotidiano.it, testata che tanto millanta la sua indipendenza e libertà, è uno dei forum di giornale più censurati della Rete.

Tratto da http://detestor.blog.com/

La soffocante censura del forum, infatti, si abbatte come una mannaia su qualsiasi messaggio ritenuto scomodo. Attenzione, qui si sta parlando di censura di idee, una cosa che non ho mai visto su altri forum che ho visitato, per esempio quelli de L’Unità o anche ilgiornale.it . I vecchi lettori della testata non potranno che confermare quello che dico.Prima una premessa: come voi ben saprete, l’editore di Beppe Grillo e del suo Blog è la nota Casaleggio Associati. Questa azienda ha uno strano concetto di “business”, la loro visione la potete vedere in questi filmati, pubblicati sul loro sito internet qui e qui.

Come potete vedere, si evoca un delirante futuro in cui un nuovo ordine mondiale basato su Internet e sulla vita nel cyberspazio sostituirà i governi del mondo. E come si arriverebbe, secondo loro, a questa realtà? Utilizzando i cosiddetti “Influencer” In parole povere, alcuni (pochi) utenti condizionerebbero le masse di fruitori di Internet nelle loro scelte, dal film da vedere nel weekend, fino alla lista da votare alle elezioni. Come si può leggere qui, Casaleggio Associati sta gestendo anche la parte informatica di Chiare Lettere, casa editrice che pubblica i libri del vicedirettore Travaglio, e guarda caso ultimamente sta pubblicando anche Grillo e Casaleggio, ed è di recente entrata nell’azionariato del Fatto Quotidiano.

Bene, dopo alcune ricerche mi sono reso conto che alcuni di questi “Influencer” sono presenti su ilfattoquotidiano.it Come? ilfattoquotidiano.it utilizza per il suo forum la piattaforma Disqus (www.disqus.com). Su questa piattaforma è possibile visualizzare lo storico dei commenti di ogni utente registrato, semplicemente visitando l’URL http://disqus.com/<nome utente>

Bene, esistono i seguenti profili:

Già dai nomi, sembrerebbe palese che siano stati registrati dallo stesso individuo. Basta fare una ricerca all’interno dei messaggi di queste utenze, per accorgersi che dicono spesso le stesse cose, spesso persino utilizzando le stesse parole. Questo nonostante i nickname che compaiono poi sul sito sembrerebbero appartenere a diverse persone, uomini e donne. Ecco l’elenco dei nickname corrispondenti:

  • napo orso capo
  • antonella
  • antitroll
  • Enzo Paolo
  • mafiosialmuro
  • clito ride
  • tonno011
  • Detestor (in realtà un mio clone, come si può vedere in questo screenshot, scattato nel momento della “trasformazione”) – ex primadelgiorno
  • titti74
  • divergenze parallele
  • plonk
  • anti_troll

Si può anche notare che i messaggi scritti da questi account vengono premiati con dei “like” provenienti dagli account “gemelli”, ovviamente questo per dare più credibilità ai messaggi. Inutile dire che i messaggi in questione fanno una pubblicità sfacciata a Beppe Grillo e al Movimento 5 Stelle.

Ma c’è di più: la piattaforma Disqus ha una caratteristica, documentata qui, sotto il titolo “Flagged Comment Moderation”, che rende possibile, mediante il tasto “segnala” presente su ogni messaggio, eliminare i messaggi. In pratica, quando parecchi diversi account cliccano su quel pulsante, il messaggio viene censurato SENZA dover passare dalla moderazione. Capite ora com’è semplice, per l’individuo di cui stiamo parlando, eliminare tutti i messaggi scomodi utilizzando i suoi svariati account. Questo mi è successo di notte (quando i moderatori non sono presenti), quando ho visto scomparire in tempi velocissimi i miei messaggi. Tutte le evidenze puntano al fatto che questi individui lavorano sopratutto la notte (ma anche di giorno) per “plasmare” indisturbati le discussioni del forum. Ecco il viral marketing di Casaleggio.

E chiaro che il sito del noto giornale è praticamente una piattaforma di indottrinamento del Movimento 5 Stelle. Basta visitarlo, per accorgersi della quantità di commenti censurati. Quando mi sono reso conto di questa cosa, io e molti altri lettori hanno cercato di contattare in tutti i modi la redazione, per avvertirli e chiedere conto in ogni caso dell’opprimente censura perpetrata anche dalla moderazione “ufficiale” del sito. Hanno scritto mail, chiesto nei commenti, persino risposto direttamente a un commento del direttore Peter Gomez, che sicuramente, per come funziona Disqus, ha visto le richieste . Nessuna risposta. Anzi, siccome io insistevo sull’argomento parlando con altri lettori, i miei messaggi sono cominciati a sparire a una velocità supersonica, e sono stato espulso dal sito multiple volte. Attenzione, il particolare comportamento di Disqus di cui si è parlato NON permette l’espulsione automatica dal sito, che invece è determinata dalla moderazione. Di questa particolarità, la moderazione è chiaramente a conoscenza. Inoltre, come si può vedere qui, un moderatore ha risposto male e con un linguaggio per nulla consono alla sua posizione a un utente che stava cercando di denunciare lo stato delle cose, dimostrando così di proteggerlo.

In più, un utente di mia conoscenza, dopo che gli era stato bloccato l’account, ha ricevuto la seguente mail dalla moderazione:

Gentile Lettore,

abbiamo riscontrato purtroppo un problema relativo al suo account: per
un problema tecnico risultava infatti out of the database. Sono
personalmente riuscita a risalire ai suoi contatti e riabilitare il suo
profilo.
Mi scuso del disagio e della difficoltà che avrà riscontrato oggi.
Le chiedo la cortesia di comunicare direttamente a questo indirizzo
qualora il suo account dovesse avere ancora problemi o esperire
qualunque sorta di blocco al commento.
La ringrazio del tempo e dell'attenzione che ci dedica.
Cordialmente,
v.

A parte la stranezza di una mail da parte della moderazione con un vero mittente, a cui si può rispondere, di solito non è così, ho qualche conoscenza tecnica e il motivo addotto non mi sembra plausibile, ma il bello viene dopo. Ecco la comprensibile risposta dell’utente in questione:

il mio account è stato riattivato, non ho subito disagi nè difficoltà. leggo,
comunque che è stato chiesto ad un altro utente del sito un link in cui ci
fosse una mia conversazione con lo stesso e questo mi pare estremamente
scorretto. scriverò una lettera alla redazione perchè assicuro che è la prima
volta in vita mia che mi capita una cosa del genere.

E anche qui, mi sembra palese che per riattivare un account basta conoscere l’identificativo che lo contraddistingue, non bisogna certo mandare una mail a un altro utente per avere un fantomatico “link”. Ed ecco infatti l’assurda risposta.

Da: moderazioneilfatto@i-side.com
Data: 30/04/2012 11.42
gentile utente,
ho agito in questo modo per risalire ai suoi contributi, spero che non
travasi le mie parole o il mio operato.
Purtroppo il suo account risultava inaccessibile e dunque era necessario
partire da un link corrispondente ad un articolo del fatto in cui lei
era intervenuta in passato.
Altri lettori mi avevano scritto chiedendomi di ristabilire il suo
account, e, nell'ottica di venire incontro a lei e ad altri, ho chiesto
supporto nella ricerca, per attivazione del suo profilo.
Dal momento che conosco il suo operato ho piena fiducia che comprenderà
che ho agito nella sola ottica di ristabilire il pieno possesso del suo
account. Bloccato per l'intera mattinata.
Purtroppo si è erroneamente ritenuto che il profilo fosse stato clonato
da un troll, e quindi è stata attivata la procedura di protezione.
Consiglio sempre di non alimentare le derive off topic capeggiate da
Detestor e dai suoi numerosi cloni. Altrimenti saremo costretti a
cancellare le vostre opinioni, proprio perchè OT.
Non vorrei, e qui parlo a titolo personale, vedere bloccati degli
account validi e di persone stimate e costruttive all'interno della
community o all'interno del nostro team.
Persone come lei, riassumendo.
Mi dispiace del disguido e la ringrazio ancora della gentilezza e
disponibilità.
Valentina

Di nuovo uno strano slang (troll) che non ci si aspetta da un professionista, e nel merito pare che la moderazione attivi o disattivi gli account in base all’acclamazione popolare, e poi una specie di minaccia di ban nel caso che l’utente parlasse con me (che guarda caso, come accennato prima, ero stato vittima di clonaggio del nostro misterioso “vespa”, ed ero uno di quelli che aveva smascherato la connivenza della moderazione con questo personaggio).

E’ palese che la moderazione sita cercando di nascondere ciò che non desidera si sappia. Dal dominio dell’indirizzo email della moderatrice si risale facilmente all’azienda milanese a cui evidentemente è appaltata la moderazione del Fatto, i-side srl. Se visitate il suo sito web, potrete vedere, oltre all’occhio di Iside, appunto, in che cosa è specializzata l’azienda: viral marketing, di nuovo gli influencer di Casaleggio.

A fronte dello spopolamento del forum, negli ultimi giorni sono comparsi degli strani utenti, moltissimi, che di solito postano un solo commento e riconoscibili perché raggruppabili in alcuni pattern. Per brevità, ne elenco solo un paio:

  • Fullname composto da Nome Cognome con la prima lettera maiuscola, con associato profilo Facebook
  • Fullname composto da nome con la prima lettera minuscola, senza profilo associato in quanto guest (senza account). Ora, chi ha provato a commentare senza account saprà che spesso ci vuole parecchio tempo prima che il proprio commento venga pubblicato, proprio perché, passando dalla moderazione, l’essere umano deve avere il tempo di leggerlo. Invece questi arrivano a fiumi, come se la moderazione, capendo dal nick, li lasciasse entrare direttamente

Di solito, i loro commenti sono slogan stereotipati per questo o quel partito, ma in maggioranza per il Movimento 5 Stelle. In sostanza, il forum non è più un forum, ma un teatro dei burattini dove questi fake se la cantano e se la suonano da soli, con in mezzo i pochi utenti reali che ancora non sono stati bannati e non sono ancora stufi delle “stranezze” del sito.

Dal 3 Maggio, poi, hanno cominciato a chiudere di fatto i commenti nelle ore notturne (in teoria appaiono come in attesa di moderazione, in pratica come dicevo la moderazione di notte non c’è). Insomma, tutti i commenti devono passare sotto l’occhio di Iside. Ed ecco le ridicole scuse che Gomez adduce per giustificare questo comportamento indegno.

Ecco, a questo si è ridotto il Fatto Quotidiano. Io ricordavo un giornale diverso, non so voi.

Ringrazio tutti quelli che mi hanno aiutato a smascherarli, voi sapete chi siete.

Detestor

EDIT:

Purtroppo, dopo nemmeno 24 ore dalla pubblicazione di questa pagina, molti degli account Disqus vespa2xx sono scomparsi. Ho linkato degli screenshot che avevo fatto alle URL corrispondenti. Per integrare, aggiungo i link di alcuni account che lo stesso utente ha creato per cercare di clonarmi

EDIT (19-5-2012):

Ecco un altro scambio di mail fra un utente e la moderazione di cui sono entrato in possesso oggi. Il nome dell’utente è stato tradotto in Nome Cognome, e la sua mail oscurata per tutelare la sua privacy, nonché l’IP del primo hop. Ho deciso questa volta di pubblicare anche gli header, che dimostrano l’autenticità della mail.

X-Message-Status: n:0:n
X-SID-PRA: Moderazione il Fatto
X-DKIM-Result: None
X-AUTH-Result: NONE
X-Message-Delivery: Vj0xLjE7dXM9MDtsPTE7YT0xO0Q9MDtHRD0wO1NDTD0w
X-Message-Info: DFa+w7oqK+9KtdTT4RrJBZU4W/BzIyH9c6LDkgySVTViRBaZ0iYYwVe3QJ86MLkaaYpcEQrasOgEDJNC0eJfvLD6X2sXSSGQtSzuBHJkyZP5R4Ps5zKnUk1EHXFfCx8oK+miJrq/WlE=
Received: from mail-bk0-f44.google.com ([209.85.214.44]) by COL0-MC1-F8.Col0.hotmail.com with Microsoft SMTPSVC(6.0.3790.4900);
     Fri, 3 Feb 2012 01:19:30 -0800
Received: by bkbzt4 with SMTP id zt4so3178775bkb.31
        for ; Fri, 03 Feb 2012 01:19:29 -0800 (PST)
Received: by 10.204.173.11 with SMTP id n11mr3010307bkz.120.1328260769419;
       Fri, 03 Feb 2012 01:19:29 -0800 (PST)
Return-Path:
Received: from [x.x.x.x] (x-x-x-x.ip.fastwebnet.it. [x.x.x.x])
        by mx.google.com with ESMTPS id fg16sm14955839bkb.16.2012.02.03.01.19.26
        (version=SSLv3 cipher=OTHER);
        Fri, 03 Feb 2012 01:19:27 -0800 (PST)
Message-ID:
Date: Fri, 03 Feb 2012 10:10:32 +0100
From: Moderazione il Fatto
User-Agent: Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64; rv:8.0) Gecko/20111105 Thunderbird/8.0
MIME-Version: 1.0
To: Nome Cognome
Subject: Re: Segnalazione
References:
In-Reply-To:
Content-Type: multipart/alternative;
boundary="------------050601030608020701020906"
X-OriginalArrivalTime: 03 Feb 2012 09:19:30.0725 (UTC) FILETIME=[EF535D50:01CCE254]
This is a multi-part message in MIME format.
--------------050601030608020701020906
Content-Type: text/plain; charset=UTF-8; format=flowed
Content-Transfer-Encoding: 8bit

Le garantisco che sto provvedendo a bannare tutti i cloni che incontro. Ma se ne creano sempre di nuovi purtroppo, come anche lei ha modo di constatare. Le suggerisco di cambiare in toto il suo nickname: così da non creare nei nostri moderatori della confusione, e non incappare in infausti disguidi come purtroppo è già accaduto. Grazie e buona giornata

Il 31/01/2012 19:55, Nome Cognome ha scritto:
    Gentile moderatore,
    Ho riscontrato che nel sito si aggira un nuovo clone (Nomecognome 2) che non sono io.
    Se la redazione ritiene di non farmi più commentare non è un problema ma vi prego quantomeno di intervenire verso chi abusa del mio nome Inviato da iPad

    Il giorno 30/gen/2012, alle ore 14:05, Moderazione il Fatto  ha scritto:
        Come le ho già spiegato:

        -il suo account originario è stato sbloccato, come da me verificato la scorsa settimana, ma poi di nuovo chiuso per via di espresse segnalazioni della Redazione.
        -Lo stesso vale per Nome Cognome 2 e, le confermo, per gli account e l'IP corrispondendi ad Nome Cognome 3.

        Pertanto, non mi resta da dirle che questi provvedimenti rappresentano desideri insindacabili della Redazione de Il Fatto Quotidiano online, che risultava infastidita dalla sua opera di continua polemica che spesso era alimento di dibattiti che finivano a degenerare nel turpiloquio e nell'inciviltà (contrari alla policy di un quotidiano nazionale).
        Dal momento che io ritengo che lei sia armato, certamente, di una vena polemica fin troppo irritante e spiccata, ma che tuttavia non sia un troll, le ho consigliato di imparare da queste misure preventive che debbo prendere nei suoi confronti, e regolarsi di conseguenza. A lei la scelta. Cordialmente.

        Il 30/01/2012 14:08, Nome Cognome ha scritto:
            Le richiedo comunque la riattivazione dell'account "Nome cognome 2". Tale account è stato segnalato e bloccato perchè si è ritenuto che venisse utilizzato da me insieme all'account "Nome cognome 3".
            Siccome mi avete confermato di sapere che non è cosi non vedo dove sia il fondamento della sanzione. E peraltro sarei interessato a sapere se anche alla persona responsabile di questo abuso siano stati bloccati tutti gli account.
            Peraltro vi faccio notare che rileggendo la policy del Fatto non mi pare di aver mai commesso violazioni della stessa. Vorrei quindi che mi segnalaste le violazioni commesse Che di certo non possono consistere nelle opinioni personali dei membri della redazione sul mio conto.
            In caso contrario è inutile che perda tempo a creare un nuovo account, come mi avete suggerito, che rischierebbe nuovamente di venire bloccato
            Inviato da iPad

            Il giorno 30/gen/2012, alle ore 12:08, Moderazione il Fatto ha scritto:
                Gentile Nome Cognome, dal momento che ho in Black List una sovrabbondanza di suoi account (o cloni - questo dovrebbe farle comprendere l'entità della sua presenza online), tutti debitamente segnalati sia da altri lettori della community che, e qui sottolineo soprattutto, da membri della Redazione, che la definiscono "un troll fastidioso", non mi è più permesso riabilitarle l'account originario.
                Le consiglio dunque, dal momento che la vedo assolutamente motivata ad intervenire e partecipare ai dibattiti su ilfattoquotidiano.it, di registrarsi nuovamente e di cambiare, questa volta sensibilmente, la sua politica nei confronti dei commenti sul sito.
                Le inoltro la nostra policy, ricordandole che le segnalazioni fatte dalla community e soprattutto dai nostri blogger e giornalisti rappresentano lamentele da considerare sempre e da tutelare quanto più possibile, nessuno escluso: http://www.ilfattoquotidiano.it/termini-e-condizioni-dutilizzo/ Grazie e buona giornata

                Il 30/01/2012 12:10, Nome Cognome ha scritto:
                    Veramente avete Bannato anche me ("Nome cognome2") e peraltro non avete risposto alle mie email di segnalazione. Inoltre malgrado le rassicurazioni da parte Vostra di segno contrario il nick originale "nome cognome" associato all'indirizzo email Nome.cognome@xxxxxx.xxx Risulta ancora bloccato.
                    Vi invito nuovamente a porre rimedio con cortese urgenza, ribadendovi l'opportunità di intervenire su un sistema che permette a qualche utente di segnalare e far Bannare chi gli è antipatico o, peggio, di spacciarsi per altre persone. Grazie e A Presto Nome Cognome Inviato da iPad

                    Il giorno 30/gen/2012, alle ore 10:12, Moderazione il Fatto ha scritto:
                        Gentile Nome Cognome, ho notato il problema e comunico che già da sabato 28/01 l'utente è stato bannato. Qualora ci fossero altri problemi la prego di segnalarmeli.
                        Grazie e buona settimana v.

                        Il 28/01/2012 15:54, nome cognome ha scritto:
                            Gentile Moderatore, Vi segnalo che c'è un utente che sta utilizzando un nick (Nome Cognome 3) molto simile al mio (Nome Cognome 2) per postare commenti insultanti e off topic.
                            Vi prego di intervenire per evitare che si ingenerino confusioni.

                            -----Messaggio originale-----
                            From: Moderazione il Fatto Sent: Thursday, January 26, 2012 12:04 PM
                            To: Nome Cognome
                            Subject: Re: Segnalazione
                                gentile Nome Cognome, L'Assistenza ha verificato: lei può ffettivamente commentare. Probabile che tale account sia nella cartella spam perché spesso l'elevata frequenza viene recepita come tale.
                                E' probabile che il suo indirizzo sia nelle liste antispam del sistema Akismet (quello che filtra lo spam appunto), se è così ci rimarrà per qualche giorno e poi verrà tolto: per questo le consiglio pro futuro di limitarsi e concentrare magari commenti più lunghi assemblando le risposte.
                                grazie e buona giornata v.

Ecco confermato di nuovo l’utilizzo di cloni per diffamare gli utenti in buona fede, ma soffermiamoci sulle risposte della moderazione. In sostanza, Valentina Gorla sostiene che non solo loro ma sopratutto la Redazione, con la R maiuscola, considera il malcapitato utente “un troll fastidioso”. Anche la redazione, dunque, utilizza questo linguaggio adolescenziale per descrivere i suoi lettori, fra l’altro definendoli fastidiosi. Poi, consiglia all’utente di “cambiare, questa volta sensibilmente, la sua politica nei confronti dei commenti sul sito”. Certo, non gradendo i commenti dell’utente perché non allineati e intelligentemente argomentati, intima all’utente di cambiare atteggiamento. E in finale, una perla: “Le suggerisco di cambiare in toto il suo nickname: così da non creare nei nostri moderatori della confusione, e non incappare in infausti disguidi come purtroppo è già accaduto.” Non si è mai visto un professionista che, data la sua incapacità di risolvere il problema, consiglia all’utente di cambiare nickname. Cose dell’altro mondo.

EDIT (7-6-2012):

Questo mio scritto, a distanza di un mese dalla sua pubblicazione, sta circolando parecchio in rete. Questo mi fà piacere, l’ho scritto apposta perché più gente possibile potesse verficare con i propri occhi i fatti provati e farsi di conseguenza un’idea sulla faccenda. Tuttavia, ci tengo  a precisare che solo quello che è scritto in questa pagina (detestor.blog.com)  è da attribuirsi alla mia ricerca, e non le trascrizioni (magari parziali o “corrette”) che si reperiscono sulla rete. Invito pertanto chi vuole pubblicizzare il mio lavoro ad utilizzare un link, senza copiare e incollare (cosa peraltro superflua secondo me).

Ho letto anche chi mi chiede il perché ho chiuso i commenti, il motivo è molto semplice, questo non è un blog e io non sono un blogger, ho usato la piattaforma blog.com perché era il mezzo più veloce e semplice per pubblicare il mio lavoro, non ho tempo nè voglia di gestire un blog vero e proprio. E poi non c’è molto da commentare, ogni affermazione è suffragata dalle prove linkate, quindi ognuno può formarsi la sua opinione riflettendo sui fatti provati.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top