La vittoria delle ideeTribuno del Popolo
mercoledì , 26 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

La vittoria delle idee

Forse qualcuno inizia a rendersi conto  che senza una idea forte da contrapporre a quella dominante semplicemente l’umanità piomberà anno dopo anno sempre di più nell’abisso del turbocapitalismo. Il profitto finirà per soffocare l’idea stessa dell’esistenza di “diritti” intoccabili perchè non esistono conquiste “eterne”. Ecco perchè per cambiare le cose bisogna innanzitutto cominciare a convincersi che esiste un altro mondo possibile, e soprattutto comprendere che quello tra capitalismo e socialismo è anche uno scontro mortale tra diversi valori e ideali. 

Quello tra socialismo e capitalismo non è stato solo uno scontro tra Stati Uniti e Russia intese come grandi potenze che si contendevano l’egemonia globale. Se così fosse infatti non sarebbe stata spiegabile tutta la polarizzazione che per gran parte del XX secolo ha diviso sostanzialmente il mondo in due blocchi contrapposti. Dietro i rispettivi governi e le rispettive politiche estere dei due paesi, Unione Sovietica e Usa, vi era infatti una feroce lotta tra ideali e idee, una lotta conclusasi con la vittoria totale di una delle due parti sull’altra. La genialità del capitalismo peraltro è stata quella di scorporare questa lotta tra sistemi economici e ideali lasciando intendere che se gli Stati Uniti rappresentavano i campioni globali di ideali condivisibili come la “libertà”, dall’altra non vi fosse che una dittatura feroce che non avesse altro proposito che dominare schiavizzare l’intero mondo. La demonizzazione dell’Unione Sovietica è diventata anche demonizzazione tout court del comunismo, anche se ovviamente il #comunismo è diventato per i media quello della propaganda antisovietica della Guerra Fredda con il risultato che con la sconfitta dell’Urss sono state cestinate tutta una serie di idee. In tanti hanno pensato che ideali condivisibili come quelli dell’ “uguaglianza”, del rispetto della cultura, dei diritti degli esseri umani fossero indipendenti e incarnati anche dal campo capitalistico, peccato che così non era e lo si è visto non appena finito il socialismo reale.

Pensateci bene, con il 1989 tutti i libertari del mondo hanno esultato plaudendo alla fine delle dittature  e al trionfo della democrazia e della libertà. Tutti parlavano finalmente di un mondo senza dittature e senza “cattivi” dove il trionfo della libertà e della democrazia avrebbe traghettato l’umanità verso la felicità. A distanza di vent’anni invece si è visto chiaramente come questa fosse tutta mera propaganda da parte americana, e infatti oggi che il socialismo reale non c’è più tutti parlano di un periodo terribile dove tutti hanno meno diritti, meno lavoro, meno speranza. Non solo le guerre sono continuate e anzi il mondo si trova nuovamente sul baratro di possibili conflitti globali e di questo questa volta non si può certo accusare il socialismo reale dato che i “comunisti” della propaganda americana non esistono più. Non esistono più idee da contrapporre a quelle del potere dominante e di conseguenza il profitto continua a travolgere e macinare tutto facendo regredire gli uomini a unità di produzione atomizzate e sempre più individualistiche. Il concetto stesso di “società” è stata messo in discussione con il risultato che tutte le conquiste sociali figlie delle lotte del XX secolo verranno inevitabilmente smantellate.

Diffidare dunque da chi parla di cambiare il mondo senza riavvolgere il nastro dello scontro ideologico, senza comprendere che fin quando non si creerà un nuovo sistema di idee da contrapporre a quello dominante si sarà destinati solo a registrare nuove sconfitte. Il socialismo reale pur tra mille difetti riusciva a tenere sul tavolo della politica tutta una serie di idee che oggi non rappresenta più nessuno, e soprattutto forniva quell’organizzazione necessaria a permettere di far valere i diritti di chi oggi appare ultimo tra gli ultimi. Non era perfetto, certo, ma forse il turbocapitalismo di oggi lo è?

Gb

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top