Landini a Pomigliano: "La Fiat reintegri tutti" | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Landini a Pomigliano: “La Fiat reintegri tutti”

Il segretario generale delle tute blu Cgil, Maurizio Landini, si è recato oggi a Pomigliano pochi giorni dopo la sentenza che ha imposto alla Fiat di reintegrare gli iscritti alla Fiom. Landini ha lanciato un appello alla Fiat per reintegrare tutti e cinquemila i lavoratori, anche quelli non iscritti.

“Siamo qui oggi per chiedere che la sentenza venga applicata, e che non solo i 145 iscritti Fiom, ma tutti i cinquemila lavoratori rientrino in fabbrica”: queste le parole del segretario della Fiom, Maurizio Landini, concesse ai microfoni del “Fatto Quotidiano”. Landini oggi si trovava in Campania, a Pomigliano, solo pochi  giorni dopo la storica sentenza che impone a Fiat di garantire il ritorno al lavoro nello stabilimento campano agli operai iscritti al suo sindacato.  Oggi è stata una giornata molto intensa allo stabilimento di Pomigliano dal momento che i lavoratori hanno deciso di firmare una lettera di messa in mora che costringerebbe il Lingotto a pagare subito i 145 operai Fiom. Chiaramente la Fiat annuncia battaglia e anche per questo Landini oggi si è recato di fronte ai cancelli della fabbrica per parlare e confrontarsi con gli operai e le loro famiglie.  Durante il cambio turno il segretario della Fiom ha partecipato assieme ad alcuni militanti nella distribuzione di volantini che chiedono il rientro immediato a lavoro di tutti i lavoratori ancora in cassa integrazione, senza distinzioni. “Credo – ha detto Landini – che sia chi è già dentro sia le persone che sono fuori vivano una situazione difficile in cui il ricatto non è stato ancora tolto” .”Dobbiamo valutare insieme quali azioni eclatanti mettere in campo perché le istituzioni intervengano in merito alla sentenza che ha condannato Fiat ad assumere 145 iscritti Fiom” ha detto Landini nel corso dell’assemblea, “Siamo andati da un professore anglosassone”,  ha aggiunto “visto che Marchionne capisce meglio l’inglese, che ci ha confermato il fatto che è più probabile che si vinca al Superenalotto, che un iscritto Fiom entri nella newco Fip. Ed il tribunale ci ha dato ragione”.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top