Landini, l'uomo giusto per ricostruire la "sinistra"Tribuno del Popolo
domenica , 24 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Landini, l’uomo giusto per ricostruire la “sinistra”

Dopo la disintegrazione della sinistra italiana è cominciato un periodo confuso di ricomposizione. Molti i progetti e la carne al fuoco ma solo uno secondo noi il personaggio che potrebbe dare una marcia in più a sinistra: il segretario della Fiom Maurizio Landini. 

Photo Credit

Il cosiddetto “anno zero” della sinistra italiana è arrivato in questi ultimi mesi, prima con il tracollo della sinistra cosiddetta “radicale” alle ultime elezioni, poi con l’harakiri mediatico commesso dal Pd che, rinunciando a convergere su Rodotà come presidente della Repubblica, ha di fatto messo la firma al governo di larghe intese che vede il centrosinistra governare gomito a gomito con Silvio Berlusconi. In questo contesto drammatico con il Movimento Cinque Stelle che coagula tutte le proteste antisistema e contro il governo, ecco che la sinistra italiana si trova senza bussola, senza riferimenti, senza prospettiva. Ci vorrebbe, secondo noi, un personaggio carismatico capace di rompere con l’immobilismo i fallimenti del passato, un uomo capace di innovare e nel contempo di dare un’identità ben precisa e di sinistra alla nuova area politica che si pensa di costruire. Appare chiaro infatti che per ripensare una “sinistra” degno di questo nome si debba proporre qualcosa di nuovo, si debba costruire un’area in grado di rappresentare porzioni di società che, a oggi, non hanno rappresentanza politica. Ecco quindi emergere la figura di Maurizio Landini, il segretario della Fiom, che ci appare come l’unico, a oggi, che potrebbe essere in grado di realizzare l’impresa. Non che Landini sia il nuovo “Lenin”, magari, però si tratta dell’unico personaggio rimasto di una certa levatura e di una certa fama che è capace di presentarsi negli studios televisivi per dire “qualcosa di sinistra” senza vergognarsene. Per un popolo affranto come quello della sinistra italiana è importante anche solo ricostruire l’orgoglio e la dignità perdute. Per troppo tempo la cosiddetta area di “centrosinistra” è stata rappresentata da personaggi che nulla avevano a che fare con le idee di sinistra e con la tradizione del Pci; Landini sarebbe l’uomo giusto per ridare orgoglio e dignità a un popolo cui è stato cercato di instillare la vergogna nei confronti delle proprie idee. Landini difende in tv a spada tratta lo stato sociale, non vergognandosi di parlare di redistribuzione, di reddito di cittadinanza, di estensione dei diritti, di spostare in maniera massiccia la tassazione dal lavoro alla finanza. Una risposta di sinistra alla crisi insomma, ma di sinistra vera dal momento che il tatticismo messo a punto dal Pd non ha più ormai nulla a che fare con le idee e l’immaginario di sinistra. Maurizio Landini per questo ci sembra l’uomo giusto, e ci viene il dubbio che non verrà scelto come riferimento proprio per questo. A sinistra evidentemente c’è qualcuno che non vuole vincere perchè, in fondo, odia la “sinistra” senza saperlo.

G.B.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top