Le migrazioni come arma?Tribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Le migrazioni come arma?

Questa volta proveremo un approccio diverso: Chi ha fomentato le Primavere Arabe per ottenerne un tornaconto geopolitico forse non sapeva che ciò avrebbe ingenerato migrazioni di massa? E come mai nessuno si è preparato a questa eventualità peraltro ampiamente prevista e prevedibile da qualsiasi analista?  E in modo sinistro il Pentagono ora avvisa l’Europa: “Questa crisi durerà vent’anni”.

Il problema delle migrazioni di massa? Secondo il Pentagono durerà per altri vent’anni, configurandosi quindi come il vero grande problema del XXI secolo. Lo ha ribadito anche il generale americano Martin Dempsey a capo degli Stati Maggiori Riuniti, che ha quindi mostrato come quella dei migranti sia per i leader della Nato e degli Usa una “vera crisi”. Peccato che tale crisi si riverberi guardacaso proprio sull’Europa, interessando solo marginalmente gli Stati Uniti che anzi hanno utilizzato ciò che ha originato queste migrazioni, ovvero le Primavere Arabe, come un mezzo per fare i propri interessi geopolitici. Chi ha fomentato le Primavere Arabe arrivando anche a organizzare l’attacco alla Libia di Gheddafi infatti sapeva perfettamente che queste operazioni avrebbero causato delle crisi umanitarie senza precedenti. Lo sapeva persino il Colonnello Gheddafi che prima di morire ammonì proprio l’Occidente sul rischio di venire invasi da milioni di immigrati a seguito della sua deposizione.

Gli intellettuali che fomentavano la rivolta contro i “tiranni” in Libia e in Siria sapevano probabilmente molto bene che in questo modo avrebbero fatto saltare le barriere causando uno spostamento di popoli senza precedenti, sapevano quello che facevano e lo hanno fatto egregiamente. Tutti sapevano eppure nessuno in Europa si è mai sognato di predisporre dei piani per rispondere a una minaccia di questo tipo. Nessuno ha preparato piani alternativi, è come se l’Europa abbia atteso passivamente che le bombe e le guerre creassero le premesse per questi esodi di massa quotidiani. Da qui il dubbio, ovvero che le Primavere Arabe preparassero esattamente uno scenario di questo tipo. L’Occidente potrebbe aver preso due piccioni con una fava eliminando i governi sgraditi in Africa e Medio Oriente e utilizzando la bomba migratoria per destabilizzare la crescita di diversi paesi e soprattutto rifornire l’Europa di forza lavoro a basso costo che inevitabilmente nei prossimi anni porterà a un ulteriore abbassamento dei salari e a una maggiore competizione. Tutto questo davvero non se lo aspettava nessuno? Delle due l’una, se non lo sapevano o siamo nelle mani di personaggi completamente ignoranti e in balìa degli eventi, oppure siamo di fronte a persone che sanno sin troppo bene quello che fanno e che hanno utilizzato il periodo 2011-2015 per originare cambiamenti radicali demografici e politici in aree considerate strategiche.

Visto e considerato solo per fare un esempio che gli Usa e l’Europa continuano a ritenere Assad alla stressa stregua dell’Isis in Siria, la guerra civile continua ormai da anni provocando ogni anno decine di migliaia di profughi. Eppure se l’Occidente avesse davvero deciso di farla finita con l’Isis sarebbe bastato un minimo di coordinamento con Damasco per porre fine alla cosiddetta “guerra civile siriana” e di conseguenza porre argine all’esodo biblico di profughi da quel Paese. La sensazione è che si sia voluto disarticolare uno stato, la Siria, che per molti motivi era scomodo, vuoi in quanto potenziale avversario di Israele, vuoi in quanto alleato di paesi come Iran e Russia nel Mediterraneo. A nostro giudizio quindi questi esodi migratori non sono l’esito delle Primavere Arabe ma sono esattamente l’obiettivo iniziale che ha convinto determinati paesi a investire sulle Primavere Arabe. A ben guardarci ad esempio gli americani otterranno solo vantaggi in quanto sono riusciti a destabilizzare i paesi scomodi, con l’immigrazione di massa otterranno di tenere bassi salari e diminuire i diritti, per vent’anni indeboliranno un’intera area potendo così rimanere in disparte e deciderne il futuro facendone pagare lo scotto agli alleati Junior, ovvero all’Europa.

Gb

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top