Le Pen e antisemitismo, scintille tra padre e figliaTribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Le Pen e antisemitismo, scintille tra padre e figlia

Jean-Marie Le Pen, 86 enne presidente onorario del Front National, ne ha sparata un’altra delle sue con un chiaro riferimento all’antisemitismo. La figlia Marine ha subito preso le distanze, ma in molti in Francia non l’hanno presa molto bene

E meno male che il FN è diverso da quello del padre “nobile” Jean-Marie Le Pen. Meno male perchè alle ultime Europee il Front National ha fatto letteralmente il botto diventando il primo partito in Francia, cavalcando la rabbia di ceti della popolazione sempre più arrabbiati e impoveriti anche a causa delle politiche antipopolari e di austerity applicate dal governo socialista di Francois Hollande. Questo lo si è dovuto all’intelligenza della figlia Marine, la nuova leader dell’estrema destra francese che ha cercato di sfumare le tendenze razziste, neofasciste e antisemite che erano proprie del padre. In molti però in Francia non credono a questo restyling operato dalla figlia, e continuano a vedere nel Front National un partito essenzialmente di estrema destra, xenofobo e intollerante. Difficile dare loro torto dopo l’ultima uscita di Jean-Marie Le Pen, ormai 86enne ma ancora Presidente onorario, che nel consueto video diario del sabato l’ha sparata grossa. Il vecchio leader dell’estrema destra infatti si è rivolto gli artisti che avevano promesso di lasciare la Francia in caso di vittoria del Fn : “La prossima volta faremo un’infornata”. Una frase terribile che ha spinto la figlia Marine ha prendere le distanze condannando  ”l’errore politico del padre“, anche se ha parlato di una “interpretazione malevola delle sue parole“. Insomma l’ha sparata davvero un pò grossa, e infatti non poteva mancare la risposta del cantante Patrick Bruel, ebreo, che su Twitter ha voluto dire la sua contro Le Pen: “J.M.Le Pen récidive Avait-il besoin de nous rappeler son vrai visage et celui du FN“ #xénophobe #raciste #antisémite #nausée. Insomma se non altro è positivo che qualcuno all’interno del Fn abbia preso le distanze dallo storico leader, la cosa che preoccupa è che purtroppo il FN in Francia è comunque considerato un riferimento proprio per l’estrema destra più radicale, un progetto che piace molto anche in Italia con la Lega Nord di Salvini.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/ernest-morales/2460005860/”>Neno°</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top