L'Ecuador non riconosce il nuovo governo di KievTribuno del Popolo
sabato , 27 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

L’Ecuador non riconosce il nuovo governo di Kiev

Nonostante i media cerchino di proporre quanto successo a Kiev come una “rivoluzione” contro il dittatore, quanto successo nella capitale ucraina è sembrato molto simile a un Colpo di Stato. Motivo per cui l’Ecuador ha deciso di non riconoscere il governo auto-installatisi a Kiev.

Gli Stati Uniti hanno presentato Mosca come isolata relativamente a quanto successo in Ucraina, ma in realtà la cacciata di Yanukovich e il lancio del nuovo governo hanno rappresentato per molti una autentica violazione della democrazia. La pensa in questo modo anche l’Ecuador di Rafael Correa, che ha preso la decisione di non riconoscere il governo di Kiev dopo essersi astenuto durante l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la risoluzione sul referendum in Crimea. “Noi parleremo solo con il governo ucraino legittimo e riconosciamo la leadership del Paese risultato dell’espressione della volontà del popolo ucraino, e non di un colpo di Stato“, ha detto Correa, citato dall’agenzia Itar-Tass. Parole molto chiare che mostrano come sia fallito il tentativo dell’Occidente di far passare quanto successo in Ucraina come una “rivoluzione” di popolo. Correa ha poi anche direttamente accusato l’Occidente di aver ingerito direttamente per rovesciare il presidente legittimo Yanukovich. A dispetto della retorica insomma, quanto successo a Kiev rischia nuovamente di inserire elementi divisivi nel delicato equilibrio geopolitico raggiunto anche in altre parti del mondo.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top