Legittimo impedimento? Ok, ma prossima udienza già il 4 marzo | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 21 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Legittimo impedimento? Ok, ma prossima udienza già il 4 marzo

Richiesta di legittimo impedimento accolta ma prossima udienza fissata per il 4 marzo: i giudici milanesi accolgono la richiesta dei legali di Berlusconi ma esortati dal Pm Bocassini che ravvisa sulla strategia di dilungare i tempi dell’imputato e fissano in tempi brevissimi la data della nuova udienza.

ITALY POLITICS GOVERNMENT

Fonte: Oltremedianews


 Qualche settimana fa i difensori di Silvio Berlusconi, Niccolò Ghedini e Piero Longo, si erano detti troppo impegnati e presi dalle mille faccende della campagna elettorale per poter partecipare alle udienze del processo Ruby nel quale l’ex Presidente del Consiglio è unico imputato, ed allora avevano avanzato la richiesta di legittimo impedimento. Ora i giudici del tribunale di Milano, presso cui il processo si sta svolgendo, hanno deciso di accogliere la richiesta dei due legali, ed hanno fissato la prossima udienza il 4 marzo. In quella data sarà ascoltata la testimonianza del pm del tribunale dei minori Anna Maria Fiorillo, tra le protagoniste della notte tra il 27 e il 28 maggio 2010 quando la giovane Ruby fu portata in Questura a Milano e quando pare che l’ex Premier telefonò per far rilasciare la giovane adducendo che si trattava della nipote del presidente egiziano Mubārak.
Apprendendo in aula questa mattina notizia del rinvio obbligato del processo, Ilda Bocassini, procuratore aggiunto di Milano, ha esortato il collegio giudicante a “pronunciare sentenza” in tempi rapidi, spiegando di essere ormai a conoscenza della strategia dilatatoria dei processi a cui Silvio Berlusconi ricorre, strategia che si riassume nel “non essere presente” e nel chiedere in sostanza i rinvii del dibattimento per dilatarne i tempi.
”Siccome, indipendentemente dall’esito di questo processo – ha affermato la Bocassini – e’ necessario che questo collegio pronunci sentenza nel rispetto dello stato di diritto è bene rivedere il calendario per mettere udienza anche durante altri giorni della settimana e non solo di lunedi’. Anche in base al principio sancito dalla Costituzione del giusto processo’, anche perchè “il processo dura da un anno e mezzo ed e’ a carico di un solo imputato”’.
Ecco allora che i giudici milanesi hanno fissato udienze i prossimi 4, 8, 14 e 18 marzoIl pm Bocassini ha infatti motivato le sue indicazioni affermando che dopo le elezioni vi e’ un periodo di 15-20 giorni in cui non si è ancora formato alcun governo, e pertanto nessun legittimo impedimento può essere vantato dall’imputato”. Proprio in questo lasso di tempo, ha continuato il procuratore aggiunto, è bene fissare udienza anche negli altri giorni della settimana, in modo tale da arrivare finalmente a un verdetto.

Ileana Alessandra D’Arrissi

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top