Letta va avanti con l'ombra di Renzi e presenta "Impegno 2014"Tribuno del Popolo
lunedì , 18 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Letta va avanti con l’ombra di Renzi e presenta “Impegno 2014″

Altro che staffetta, almeno per oggi Enrico Letta rimane in sella e presenta il suo nuovo patto di coalizione “Impegno 2014″. Renzi morde il freno e domani in direzione del Pd ci sarà la resa dei conti. 

E’ stato un incontro teso quello di oggi tra Enrico Letta e Matteo Renzi, anche se non per gli italiani dal momento che la stragrande maggioranza degli italiani non prova più semplicemente alcun interesse per questi squallidi giochi di potere che danno l’idea della distanza che hanno ormai le stanze del governo dal Paese reale. Alla fine non c’è stato alcuno strappo, almeno per ora, e tutto quindi verrà deciso domani con la riunione in direzione Pd, però Enrico Letta ha voluto far vedere i muscoli presentando il suo nuovo piano che dovrebbe essere l’agenda del governo per i prossimi mesi: “Impegno 2014″.  I temi affrontati i soliti, il problema dell’occupazione e dell’uscita dalla crisi, anche se ormai è il “come” l’annoso problema. Letta avrebbe individuato alcuni punti, come il tagliare il cuneo fiscale di lavoratori e imprese di 13,5 miliardi nel biennio 2014-15, oltre a quelli già previsti dalla legge di stabilità, e destinare altri 13 miliardi ad altre priorità economiche indicate nel documento. Ciò di cui Letta e Renzi non si rendono conto però è che ormai sono sempre di meno quelli che pensano, realmente, che uno dei due possa cambiare una situazione deprimente e priva di qualsiasi interesse dopo che il sindaco di Firenze è arrivato persino a parlare con Silvio Berlusconi della legge elettorale. Alla fine quindi l’incontro Renzi-Letta si è risolto con un nulla di fatto, solo una cagnara mediatica dal momento che Renzi chiaramente non se la sente di sfiduciare Letta di fronte al Paese. Insomma un nulla di fatto che vede solo Letta andare avanti: “Questo patto lo offro ai partiti, al Parlamento, ai cittadini che ci stanno seguendo in questo momento. Qui dentro ci sono molte idee, c’è una visione di cambiamento dell’Europa” e una “visione di Italia che riparte“. Insomma ancora promesse, ancora dichiarazioni di intenti, ma anche una stoccata a Renzi che vorrebbe rompergli il giocattolo tra le mani: “Io chiedo chiarezza, come la chiedono gli italiani. Ognuno deve dire quello che vuole fare, soprattutto se c’è qualcuno che vuole venire al posto mio, deve dire se è questo quello che vuole fare. Sono stati talmente tanti quelli che fin dall’inizio hanno tentato di mandarmi via, che ho vissuto e vivo ogni giorno come se fosse l’ultimo. Le mie prospettive personali non c’entrano niente né sulle cose di adesso né sulle cose che mi si propongono per il futuro“. Infine Letta ha voluto anche fare il comico: Abbiamo preso dieci mesi fa un Paese con il segno meno e ora ha il segno più“, non rendendosi conto in questo modo solo di approfondire ulteriormente la distanza tra gli italiani e il Palazzo. E Renzi, secondo i malevoli, vorrebbe prendere il posto di Letta proprio ora per prendersi i dubbi meriti della ripresa, anche se la ripresa vera, per gli italiani, non si vede nemmeno con il binocolo. 

Photo Credit: Lettera43

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top