Libano. Autobomba alla sede diplomatica iraniana: 23 mortiTribuno del Popolo
venerdì , 22 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Libano. Autobomba alla sede diplomatica iraniana: 23 morti

Grave il bilancio di morti (23) in Libano dove è stata sistemata una bomba di fronte all’ambasciata iraniana a Beirut. 

Sono almeno 23 le persone rimaste uccise a seguito di un gravissimo attentato avvenuto a Beirut, capitale del Libano, a poca distanza dalla sede diplomatica di Teheran. Nell’esplosione, violenta e udita in molti quartieri della città, sarebbe morto anch e l’addetto culturale dell’ambasciata iraniana a Beirut, Ibrahim Ansari. La notizia  è stata data dalla tv panaraba filo-iraniana al Mayadin e confermata dalla Tv di Stato iraniana. Il Libano attualmente si trova in una situazione molto difficile e rischia di infiammarsi venendo direttamente influenzato da quello che succede in Siria. Le esplosione hanno causato anche il ferimento di 146 persone e hanno fatto divampare un incendio per le strade di Beirut. Ben sei edifici sarebbero rimasti distrutti nei pressi del compound dell’ambasciata in quello che si preannuncia con un gravissimo incidente che porterà con sè gravi conseguenze. Secondo il sito di informazioni locale, Almanar News, l’esplosione sarebbe stata causata da 100 chilogrammi di Tnt accatastati all’interno di una Renault Rapid. Le forze di sicurezza sul campo hanno detto che le due esplosioni sarebbero state causate da un uomo su una motocicletta e da un kamikaze che si è scagliato contro il compund a bordo della macchina. E’ poco chiaro chi ci sarebbe dietro l’attacco, ma l’area dove le esplosioni sono avvenute sarebbe una zona in mano ad Hezbollah e abitata da molte famiglie di diplomatici iraniani che lavorano in Libano. L’ambasciatore iraniano in Libano ha subito affermato che l’attacco si dovrebbe imputare all’ “Entità sionista“, mentre il ministro degli Esteri iraniano ha accusato dell’attentato dei mercenari israeliani. Anche il ministro dell’Informazione siriano, Omran Zoabi ha detto ad Al-Manar di avere sull’accaduto un’idea simile, dicendo che ci sarebbero i servizi israeliani e sauditi dietro le esplosioni. Iran e Libano sono due paesi sostanzialmente amici essendo entrambi a maggioranza Sciita, e ora questo attacco potrebbe infiammare tutto il Medio Oriente.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top