Libano. La lotta per la marijuana tra agricoltori e polizia | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
domenica , 23 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Libano. La lotta per la marijuana tra agricoltori e polizia

Ancora scontri in Libano tra agricoltori  e forze di sicurezza. Da tempo ormai la marijuana è diventata l’unica fonte di reddito per molti degli agricoltori libanesi, che si sono opposti al tentativo della polizia di distruggere i loro raccolti.

Secondo l’agenzia di stampa Reuters alcuni agricoltori libanesi si sono scontrate oggi contro le forze di sicurezza che cercavano di distruggere le loro colture illegali di marijuana nella pianura orientale di Bekaa. Non è la prima volta del resto che gli agricoltori e le forze di sicurezza si sono scontrate nelle ultime due settimane. Le autorità libanesi infatti cercano da tempo di distruggere con regolarità queste coltivazioni, anche se ogni volta gli agricoltori oppongono una strenua resistenza dal momento che la marijuana rappresenta la loro unica fonte di reddito. Nel corso della guerra civile libanese tra 1975 e 1990 la valle di Bekaa ha prodotto più di 1000 tonnellate di resina da cannabis al punto che  secondo le Nazioni Unite il Libano è tra i primi cinque paesi produttori di hashish. Sono anni che le autorità libanesi provano a contrastare il fenomeno ma la povertà endemica delle aree rurali libanesi rende irresistibile il richiamo delle coltivazioni di marijuana. Ultimamente poi i coltivatori hanno cominciato a organizzarsi attivamente per difendere con ogni mezzo le loro coltivazioni, e si è assistito quindi a una preoccupante escalation di violenza.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top