Libia. Accordo Onu prevede nuovo governo entro 40 giorniTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Libia. Accordo Onu prevede nuovo governo entro 40 giorni

Il segretario di Stato usa John Kerry ha annunciato al termine della conferenza di Roma il raggiungimento di un accordo Onu sulla Libia per l’insediamento di un governo di unità nazionale entro i prossimi 40 giorni. Appare evidente la volontà di fermare l’avanzata dello Stato Islamico, ma come mai ci si accorge della necessità di un governo unico solamente adesso? 

Per chi ha seguito da vicino le vicende in Libia degli ultimi mesi apparirà come una svolta la notizia divulgata dal segretario di Stato Usa John Kerry circa il raggiungimento di un accordo dell’Onu sulla Libia che prevede l’insediamento di un governo di unità nazionale entro i prossimi 40 giorni. Eppure la prudenza indurrebbe a essere molto cauti nei giudizi, ancor più che bisognerebbe capire come mai solo ora si sia fatto un passo in avanti in questa direzione e non nei mesi scorsi, quando pure il governo di Tobruk chiedeva a gran voce l’abrogazione dell’embargo sulle armi per poter sconfiggere lo Stato Islamico. La conferenza di Roma se non altro potrebbe aver impresso una svolta a una situazione che appariva quasi bloccata e aiutare la nascita di un nuovo governo unitario in Libia, dove la situazione appare frammentata e anarchica con il governo di Tobruk e quello di Tripoli che fin qui non sono riusciti a trovare un’intesa comune per andare contro i jihadisti dell’Isis basati a Sirte. La questione riguarda da vicino eccome proprio l’Italia anche perchè dalla Libia i jihadisti potrebbero fare base per raggiungere l’Europa oppure danneggiare gli interessi italiani nel settore energetico in Libia. In questo senso la Russia nei giorni scorsi per bocca del ministro degli Esteri Lavrov aveva espresso vicinanza all’Italia circa la questione libica. La sensazione però è che qualcuno stia cercando di fare in Libia lo stesso gioco che sta facendo in Siria, ovvero finanziare una delle parti in modo da modificare gli equilibri geopolitici a proprio vantaggio.

Fonti Utili: Repubblica

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top