Libia. E' guerra civile, 14 morti a BengasiTribuno del Popolo
martedì , 23 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Libia. E’ guerra civile, 14 morti a Bengasi

Si infiamma di nuovo la Libia per quella che si va configurando come la seconda guerra civile dopo quella che pose fine al governo di Muammar Gheddafi nel 2011.

Lo avevamo detto in tempi non sospetti, e peraltro non ci andava di certo un genio a capire che la situazione creatasi in Libia all’indomani della fine del governo di Gheddafi fosse esplosiva. Ora sembra che le polveri si siano incendiate, e la Libia è pronta a scivolare in una seconda guerra civile, che questa volta però non sembra interessare i media dal momento che il “cattivo” di turno, Gheddafi, è già stato rimosso. L’Occidente, che non ha esitato a finanziare gruppi di mercenari e di islamisti radicali pur di eliminare l’odiato “Raìs”, ora sembra voltarsi dall’altra parte. A Bengasi il bilancio di una mattinata di scontri tra esercito e miliziani di Ansar al-Sharia vicini ad Al Qaeda, è di 14 morti e oltre 50 feriti, un vero e proprio bollettino di guerra. Ad annunciarlo i funzionari del ministero della Sanità, citati dalla tv locale Nabaa. Gli scontri sono scoppiati dopo che una pattuglia delle forze speciali nei dintorni del quartier generale delle milizie salafite è stato attacco e ha risposto al fuoco. Il governatore militare di Bengasi in risposta ha posto in stato di allerta le truppe governative dopo che gli scontri si sono prolungati per diverse ore. Diversi testimoni hanno parlato di combattimenti casa per casa e colpi di armi pesanti, anche di artiglieria. Ansar al-Sharia è un gruppo salafita considerato responsabile dell’attacco del settembre 2012 contro l’ambasciata americana nel quale trovò la morte l’ambasciatore americano Chris Stevens. Tutto questo è accaduto mentre il premier libico Ali Zeidan si trovava a colloquio con il segretario di Stato Usa Kerry a Londra. Sembra ora palese che sia impossibile far finta che non esista il problema delle milizie salafite, aggravato dal fatto che Tripoli non riesce a controllare tutto il territorio libico e che la Cirenaica ha ottenuto l’autonomia.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/brqnetwork/5510200145/”>شبكة برق | B.R.Q</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top