Libia, ormai è guerra per bande. E' anarchia da Tripoli a BengasiTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Libia, ormai è guerra per bande. E’ anarchia da Tripoli a Bengasi

La Libia è completamente nel caos con gruppi armati che si affrontano in diverse regioni, da Tripoli a Bengasi. Aumentano le perdite umane e le forze armate governative avrebbero perso grandi porzioni di territorio. Il tutto mentre le aziende chiudono e gli occidentali fuggono lontano dal paese africano. 

Nella Libia democratica si continua a combattere e a morire come e più che in quella di Muammar Gheddafi. Non solo, lo Stato libico è debole e quasi inesistente, con il risultato che le varie bande armate disseminate nel Paese hanno preso le armi per riempire un vuoto di potere che si allarga sempre di più. Tripoli, la capitale, è una città rimasta completamente senza carburante, con le milizie che si affrontano casa per casa, quartiere per quartiere. Proprio ieri le forze Warshefana, una delle tante milizie in campo, avrebbero preso il controllo del Campo 27, ovvero la base militare più importante della regione, una operazione che aggrava i giù pesantissimi scontri in atto tra le milizie di Misurata e Zintan. Il tutto mentre le forze governative sono in difficoltà e starebbero cedendo terreno in diverse zone del Paese. In questo contesto precario e di guerra ovviamente gli stranieri cercano di lasciare immediatamente la Libia, con gli occidentali che si stanno imbarcando in massa su aerei messi a disposizione da alcuni paesi occidentali. Una situazione drammatica all’interno della quale non cambia nulla l’elezione avvenuta ieri di Angeela Issa a nuovo presidente della Camera dei Rappresentati. Del resto il governo stesso della Libia non sembra essere assolutamente in grado da solo di riportare l’ordine nel Paese. Insomma la Libia del post Gheddafi è la Libia del fallimento dell’Occidente, una Libia abbandonata letteralmente a se stessa dove il futuro sembra a tinte fosche dal momento che nessuna delle bande in armi sembra disposta a deporle. La sensazione è che la situazione sia in peggioramento e che senza una svolta la Libia rischi di piombare in un caos che potrebbe allontanarla per molto tempo dall’Occidente.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top