Lindo Ferretti, una delusione che fa maleTribuno del Popolo
martedì , 24 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Lindo Ferretti, una delusione che fa male

Siamo letteralmente cresciuti con le canzoni dei CCCP e dei CSI, e oggi, come tanti, siamo molto delusi e rammaricati dalla scelta dell’ex cantante Giovanni Lindo Ferretti che ha deciso di cessare di essere un simbolo di un certo fermento giovanile di sinistra degli anni Ottanta e Novanta per abbracciare la Meloni dal palco della destra di  ”Atreju”. In troppi però esagerano usando questa sua discutibile scelta anche per applicare un “revisionismo” sui loro prodotti passati che ci sembra inopportuno e sbagliato.

In tanti sono rimasti agghiacciati o delusi quando hanno visto l’ex volto dei CCCP e dei CSI, storica band punk italiana degli anni Ottanta, sul palco di “Atreju” nella kermesse di destra che vede la partecipazione tra le altre cose di Fratelli d’Italia e altri partiti. Un cambio di immagine che ha spiazzato in tanti, quelli che evidentemente se lo ricordavano ancora con il chiodo a urlare “Sono come tu mi vuoi” dal palco, oppure “A Ja Ljubju SSSR”, titoli che hanno formato in qualche modo una generazione e che hanno scritto anche la storia della controcultura della musica italiana e non solo. Anche chi scrive nella sua adolescenza ha ascoltato i CCCP e i CSI fino allo sfinimento, e continuerà a farlo anche dopo che il grande pubblico ha appreso del cambiamento intervenuto nella mente del loro ex cantante.

Chi lo conosce bene e conosce bene la storia della band infatti sa benissimo che Lindo Ferretti ha separato da tempo la sua sorte dal resto del gruppo, che evidentemente non ne condivide assolutamente la svolta politica e la conversione al cattolicesimo più ortodosso. Fin qui niente di male, Ferretti non era un politico per quanto la sua arte e le sue canzoni fossero molto “politiche”, e se alcune drammatiche esperienze di vita personale lo abbiano indotto a cambiare rimane una sua questione privata. Ma quando lo si vede abbracciato alla Meloni in effetti un pò di magone viene, non fosse che tutti noi inconsapevolmente associamo gli splendidi testi dei CCCP al suo volto, e vederlo lì sul palcoscenico di Atreju è stato un brutto colpo. Non una sorpresa però dato che chi seguiva i CCCP e i CSI da sempre sapeva che ormai il buon Lindo aveva cambiato radicalmente idee già da diversi anni. Questo però non lo sapeva chi ha urlato al “tradimento”, e in tanti hanno colto l’occasione per dire che dopotutto si sapeva già all’epoca che i CCCP in fondo, erano ambigui già ai loro tempi. Troppo facile dirlo adesso, e soprattutto è ingeneroso nei confronti dei colleghi di Lindo Ferretti che oggi sembrano quasi essere svaniti del nulla, come se Lindo Ferretti fosse l’unico membri dei CCCP e dei CSI.

E invece no, basti pensare al chitarrista Massimo Zamboni, cofondatore del gruppo nel 1982 proprio con Lindo Ferretti ma che non ha seguito il suo ex collega nel suo cambiamento repentino. Oppure a Giorgio Canali o a Maroccolo, che peraltro ha pubblicamente espresso disappunto per la recente comparsata ad Atreju dell’ex cantante del gruppo. Ma evidentemente loro non contano più nulla e il loro passato da banda punk fil-sovietico viene banalizzato come se fosse l’anticamera delle scelte compiute in vecchiaia da Lindo Ferretti. Evidentemente conta più che l’ex cantante abbia cambiato idee rispetto alla bontà e alla qualità dell’arte prodotta da lui e dal suo gruppo nel corso degli anni. Le persone possono cambiare e non è detto che lo facciano in meglio, e il fatto che Lindo Ferretti abbia deciso di abbracciare la destra di Meloni è un fatto che lo riguarda personalmente ma che forse non dovrebbe suscitare così rabbia in persone che, al contrario, sembrano nascondersi nell’indifferenza di fronte a temi ben più importanti. Detto questo è chiaro che vedere la Meloni sorridere raggiante per aver sottratto un “idolo” all’odiato nemico politico è stato brutto, bruttissimo. Eppure per chi continua a credere che il “vero” Lindo sia quello dei CCCP, quelle canzoni continueranno ad avere un significato particolare che quelle immagini non riusciranno a rovinare. Non del tutto almeno.

@tribuno

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top