Lo strano caso dell'onorevole Colucci | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Lo strano caso dell’onorevole Colucci

Tempi un po’ così per la politica. Non esiste un aggettivo che li possa descrivere. A chi ci dovesse riuscire invece, lancio un’altra sfida: pensi ad un aggettivo per descrivere la storia che segue.

Accada anche questo, di questi tempi. Accade che un onorevole, precisamente l’onorevole Colucci, abbia una crisi di identità mista a un attacco di demenza senile. Classe 1932, risiede in parlamento da ben 34 anni, avendo prima «militato» nelle file del PSI, per poi passare al PDL, con Forza Italia nel mezzo.

Intervistato telefonicamente alla trasmissione Piazzapulita (La7), ha affermato di trovarsi in una clinica per problemi ad un ginocchio. Bene, nessun problema. O almeno, spiace un po’ per ginocchio, ma tutto regolare. La troupe della trasmissione resta di fronte all’ingresso di Montecitorio, nella speranza di ottenere interviste in merito alla lunga occupazione di poltrone da parte di alcune personalità. A un certo punto, dalle porte di Montecitorio, esce la sorpresa: Colucci.
Il dialogo che segue è surreale:

«Salve!»

«Non sono un deputato»

«Prego?»

«Non sono un deputato! Sono un funzionario»

«Ma come si chiama?»

«Cosa le interessa di come mi chiamo?»

«Mi scusi, ma lei assomiglia moltissimo all’onorevole Colucci»

«Io non sono Francesco Colucci. Chi è Francesco Colucci?»

«Ma lei è uguale!»

Viene mostrata una foto dell’onorevole Colucci all’onorevole Colucci

«Ma non sono io!»

«Come non è lei?! Non si riconosce?! Ha anche gli stessi occhiali!»

«No, guardi. Mi lasci in pace»

Ne segue una discussione dove alla fine Colucci si ricorda di essere Colucci, e parla un po’ del suo futuro politico. Dice che, dopo 34 anni, se il partito glielo chiederà, lui ci sarà ancora. Se si ricorderà.

A.Assorgia

VAI ALLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top