Luci d'artista a TorinoTribuno del Popolo
martedì , 12 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Luci d’artista a Torino

Luci d’artista a Torino

Le stelle si spiaccicano come insetti attratti dal giallo nel cielo di Torino, che invece è nero; sfumato d’arancio ai bordi se vuoi, dai lampioni arancio-tristi. Qui i nasi gocciolano tutto l’anno, ma il sole certo che c’è, di rado è vero, ma quando c’è è il sole più bello del mondo: ha il sapore arancia della libertà. Un’arancia rossa di Sicilia è il sole a Nord. Torino mi ha salvata, come si salvano i galeotti innocenti che sono costretti a scappare.

Mi ha presa a quattordici anni Torino, quando dalla mia finestra vedevo sfrecciare le lucciole e immaginavo fossero i fari lontani della auto cittadine. Qui le strade sono dei budelli stretti a tratti, e le insegne si inghiottono le ombre scure delle case, a volte ci sono vialoni larghi e disseminati di un autunno che non è morto, ma metamorfosi del cambio stagionale che muta pelle. Mi si appannano gli occhi se penso a Torino, vedo bianco e m’illudo che lo sguardo rassomigli alla luce fredda della luna: forse un moscerino vede nel mio occhio un satellite. Mi piacciono le bizzarrie romantiche. Mi piace passeggiare di Notte, al freddo, con l’alito che si condensa in nebbiolina e sembra che uno fumi con le mani in tasca, da lontano; forse è solo un alito di vita flebile che se ne va. Torino mi ha accolta, qui non si fatica ad attecchire. Sì, le tare mentali ci sono, la gente si fa gli affari suoi in un modo che non è menefreghismo, è solo la distanza che intercorre finché non capiscono chi sei. Sì, è meglio così. A Torino ci sono demoni raffigurati in ogni dove, ma poi scopri che sono dèi pagani di bontà, e ci sono tanti luoghi per fare l’Amore bene, come lo fanno gli esseri umani, senza reticenze e pudori. Le panchine accolgono molte culture e quest’anno le luci d’artista natalizie raffigurano la scritta ‘Insieme’ in Italiano, Rumeno e Cinese. A Torino di asserragliarsi nel provincialismo non gliene frega un corno: ‘Insieme’ in tutte le lingue del mondo. Torino mi ha accolta e io ho accolto lei nel grembo del mio Essere. ‘Insieme’ dicono le luci d’artista. Qui gli artisti siamo Noi.

Chiara Nirta

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top