L'Ue e' sempre più una "Eurogermania"Tribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

L’Ue e’ sempre più una “Eurogermania”

Mentre si discute in un contesto drammatico del futuro del debito della Grecia si profila sempre di più lo scenario di una Europa monopolizzata dal paese più forte politicamente, ovvero la Germania. La linea economica neoliberista di Berlino non è sindacabile, e chiunque osi opporsi rischierà di finire nello stesso tritacarne debitorio che sta stritolando la Grecia e Tsipras.

L’Unione Europea dovrebbe rappresentare alti ideali e aveva molte promesse da mantenere dato che l’edificazione dell’Ue aveva suscitato ampie aspettative. Aspettative che ben presto si sono sciolte come neve al sole dal momento che quando la situazione economica è peggiorata l’Ue ha mostrato il suo volto autoritario, imponendo ai singoli paesi misure che hanno spesso e volentieri causato danni gravissimi soprattutto alle fasce più basse della popolazione, che per inciso sono anche le più numerose. E questa politica mercantilistico-liberista di austerità imposta dall’Ue ha fatto perdere ad Atene qualcosa come il 25% del Pil in pochi anni, distruggendo il tessuto sociale di un popolo che ha perso ormai anche la speranza nel futuro dato che il debito accumulato appare talmente ingente da obbligare a una austerità perenne.

Chi si oppone a una visione diversa di questa Europa compone uno schieramento capeggiato dalla Germania, e la loro è una guerra squisitamente politica in quanto cedere sulla Grecia alle richieste di Tsipras significherebbe ammettere che l’Europa è una struttura riformabile. A Berlino invece pensano che non lo sia dal momento che regole comuni scelte in un’altra epoca storica e che favoriscono paesi alle spese di altri vengono considerate come immutabili, sancendo quindi una blindatura dello status quo che ovviamente giova alla Germania e non certo alla Grecia o all’Italia. E quindi se questa nostra analisi fosse vera ecco che l’obiettivo di Merkel e soci non sarebbe tanto quello di trovare una soluzione sul debito ellenico quanto quello di punire ed eliminare politicamente i sostenitori della teoria della necessità di riformare l’Ue.

Questa “Eurogermania” non viene messa in discussione per il semplice fatto che, al suo interno, regnano ovviamente le leggi della realpolitik. La Germania e i paesi più forti economicamente e politicamente possono ovviamente far valere il loro peso a tutto dispetto dei paesi più deboli, che vengono tenuti sotto ricatto dalla potenza economica dei loro avversari più forti. Questo meccanismo almeno secondo noi non è avvenuto per caso, ma per calcolo politico proprio quando si sono pensate le regole di una Europa comune, esattamente con questo obiettivo. Venendo meno le sovranità dei singoli paesi ecco che decisioni sempre più vitali per la vita di tutti i giorni ricadono sui cittadini arrivando direttamente da Bruxelles, costringendo i governi nazionali ad adeguarsi pena sanzioni. Si tratta di un modello per certi versi “imperiale”, laddove il più forte riesce a far passare le proprie leggi e a obbligare tutti gli altri ad uniformarsi.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top