Malati di Sla. Ennesima vergogna del governo | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Malati di Sla. Ennesima vergogna del governo

Il 21 novembre saranno decine i malati di Sla che si presenteranno senza ventilatore polmonare di scorta per protestare davanti al Ministero dell’Economia.

Il 21 novembre 2012 si terrà di fronte al Ministero dell’Economia una protesta clamorosa, quella dei malati di Sla. Saranno decine i malati in carrozzina, con tracheostomia, che si presenteranno senza ventilatore polmonare di scorta. Questo vorrebbe dire che dopo cinque o sei ore le batterie si scaricheranno e i malati rischieranno di morire per soffocamento. a notizia è stata diffusa nelle scorse ore dal loro rappresentante, Salvatore Usala, che ha definito l’emendamento del governo “una provocazione, un insulto, un’elemosina. Loro vogliono dare 200 milioni indifferenziati per tutte le disabilità – scrive a Redattore Sociale – la ripartizione fra le regioni sarebbe un brodino solo per i loro bilanci. Per meno di 400 milioni finalizzati per le gravissime disabilità secondo l’incidenza, ci lasciamo morire”.

“Hitler pianificava la razza pura, l’eliminazione dei diversi, i disabili venivano usati come cavie. Sono passati 70 anni, la società moderna si è evoluta, ma l’emarginazione continua. I disabili gravissimi continuano a morire nel più assordante silenzio istituzionale. Il Governo non usa certamente metodi hitleriani – continua – ci mancherebbe, ma l’abbandono di una politica sociale produce effetti devastanti: le persone disabili e sane si lasciano morire, una vera eutanasia di stato”. Poi, riferendosi alla recente visita che ha ricevuto da parte dei ministri Fornero e Balduzzi, e che ha determinato la sospensione del primo sciopero, commenta: “Oggi la comunicazione è sofisticata, i Ministri vanno a casa degli scioperanti, si impegnano, promettono di scrivere, fanno dichiarazioni da Città del Messico, concordano elemosine. I partiti sono impegnati con le primarie, con la riforma elettorale anti Grillo, con i saldi di bilancio. Sembra una partita a scacchi, ma tutti dimenticano la disperazione, la solitudine, la vita delle persone”. Considerato che in Italia, ogni giorno, muoiono più di 1000 persone che rifiutano la tracheostomia per l’abbandono dello Stato, l’emendamento concordato in Commissione Bilancio non ha quindi convinto nessuno e suona quasi come una elemosina.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top