Maltempo. Centro-Sud in ginocchio, paura per le esondazioniTribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Maltempo. Centro-Sud in ginocchio, paura per le esondazioni

Paura in Calabria jonica e Puglia dove il maltempo ha portato burrasche e mareggiate. Le provincie più colpite quella del crotonese e del cosentino che hanno subito oltre 200mm di piogge in poche ore. Paura in Basilicata dove sono esondati il Sinni, l’Agri e il Basento.

Italia meridionale in ginocchio dopo l’ennesima ondata di maltempo che si è abbattuta in particolar modo sulla fascia ionica calabrese, ma anche in Salento e nel cosentino. Allagamenti, disagi, vento forte e traffico interrotto tra Puglia e Basilicata, con le provincie di Matera, Taranto e delle Murge particolarmente colpite dai nubifragi. Esondazioni e allagamenti anche a Peschici, nel Gargano, e nel pescarese in Abruzzo. Secondo le prime ricostruzioni sarebbero caduti localmente fino a 100-200mm di pioggia, in particolare sul silano e nel crotonese. Il maltempo comunque non ha risparmiato anche la Campania, il Molise, l’Abruzzo e la Sardegna. E’ soprattutto il vento forte che ha creato fastidi in tutto il Centrosud, facendo cadere diversi alberi tra Lazio, Puglia e Campania. Duramente colpita la zona di Metaponto, ma si sono segnalati importanti allegamenti a Crotone, con tutti i fiumi ingrossati e a rischio esondazione. Allagamenti si sono registrati anche in Sicilia, in particolare a Palermo e nel catanese, mentre nel materano, in Basilicata, sono caduti quasi 100mm di pioggia in poche ore. Col passare del tempo il maltempo si è intensificato soprattutto nella zona tra Molise e Abruzzo, con piogge che hanno interessato soprattutto i settori orientali, con neve in Appennino sopra i mille metri. Anche il mare si è ingrossato a causa del vento forte, con mareggiate nello ionico, dove si sono registrate onde alte sino a 9 metri nel crotonese e di 5 metri a Palermo e Catania.

maltempo

A Pescara la situazione è diventata ben presto critica e la pioggia ha causato nell’entroterra gravi difficoltà. Una donna è risultata dispersa e il comune abruzzese ha fatto evaucuare 1500 persone dal paese di Alcione a causa dell’ingrossamento del torrente di Fosso Vallelunga. Anche per questo motivo a Pescara le scuole rimarranno chiuse sia oggi che domani. In Calabria invece è da segnalare un peschereccio con oltre 100 migranti che sarebbe ancora alla deriva a 70 miglia da Crotone. Le condizioni meterologiche pessime, con mare forza 7 , non hanno ancora reso possibili le operazioni di soccorso. Quattro mercantili dirottati sulla zona dalla capitaneria di porto stanno monitorando la situazione. In Basilicata sono esondati il Basento, l’Agri e il Sinni, con danni molto gravi per il territorio e la situazione a Metaponto che è molto grave. Proprio in Lucania continua a piovere ormai da ore e il timore è che zone molto aride possano venire allagate dall’esondazione dei fiumi. Anche la Puglia non ride con diversi comuni colpiti nel Nord Barese, nel Salento e nell’Arco Jonico tarantino. Un treno sulla Foggia-Potenza ieri alle 23,00 è deragliato nella stazione di Cervaro a causa del cedimento della sede ferroviaria determinato dalla pioggia. A bordo del convoglio, oltre al macchinista e al capotreno, vi erano due soli passeggeri, uno dei quali, un tecnico delle Ferrovie. I quattro hanno riportato  per fortuna solo lievi contusioni. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top