Manganelli contro gli operai Ast a Roma. Feriti due sindacalistiTribuno del Popolo
domenica , 17 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Manganelli contro gli operai Ast a Roma. Feriti due sindacalisti

Gli operai della Ast di Terni presenti a Roma sono stati duramente caricati dalla polizia in piazza dell’Indipendenza dopo aver provato a chiedere un colloquio con l’ambasciatore tedesco. Il bilancio è di due feriti; “Hanno caricato i lavoratori”: ha tuonato Landini. 

Il bilancio alla fine è di due sindacalisti della Fiom duramente manganellati. In questo modo sono stati accolti i lavoratori della Ast di Terni che sono arrivati a Roma per protestare contro i tagli previsti dalla Thyssen Krupp proprio sotto l’ambasciata tedesca. A quanto sembra dalle prime ricostruzioni i manifestanti avrebbero chiesto un incontro con l’ambasciatore tedesco, ma sono stati ricevuti solo da un rappresentate diplomatico. I manifestanti avrebbero chiesto all’ambasciata di registrare con un documento ufficiale la protesta e anche un incontro con i vertici della Thyssen, ma il documento non ha soddisfatto i lavoratori che hanno cercato di raggiungere il Ministero dello Sviluppo Economico scortati dalla polizia. A quel punto le cariche in Piazza Indipendenza, violente, che hanno ferito due manifestanti mentre altri quattro sono stati subito medicati per le ferite riportate.  “Hanno caricato i lavoratori, tre sono in ospedale” ha detto il segretario generale Fiom, Maurizio Landini, presente agli scontri. Gli operai, come riportato da “Il Fatto Quotidiano” ma anche da “La Stampa” sarebbero stati colpiti alla testa e due di loro sono stati portati al policlinico Umberto I in codice verde. Tra di loro anche Gianni Venturi, il coordinatore nazionale della Fiom, e Alessandro Unia del Rsu Fim Cisl. Landini, comprensibilmente, è andato su tutte le furie e ha parlato dell’accaduto con un esponente del governo: Appena siamo partiti in corteo stiamo stati caricati senza alcuna motivazione. Anch’io ho preso le botte dai poliziotti. Alcuni dei nostri sono finiti in ospedale, non finisce qui”.Landini ha  poi assicurato che “non ci muoviamo di qui finché non c’è l’incontro. Siamo partiti in corteo e ci hanno menato. Ero davanti a prenderle anche io. Non siamo delinquenti, non si mena chi è in piazza a difendere i lavoratori”. Landini ha chiesto a questo riguardo un incontro con il governo e la polizia “perchè non si picchia così”. Vicina ai lavoratori anche la Camusso: Vorrei dare un abbraccio e solidarietà ai lavoratori e i dirigenti sindacali caricati dalla polizia”. Insomma spira davvero un brutto vento in Italia con l’atteggiamento strafottente di Renzi che non vuole trattare con i sindacati che si ripercuote anche nelle piazze, con lavoratori e sindacati che vengono ormai considerati un problema per l’ordine pubblico.

photo credit: <a href=”https://www.flickr.com/photos/hidden_vice/5089664263/”>hidden side</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top