Medio Oriente. Allarme falde acquifere radioattive | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Medio Oriente. Allarme falde acquifere radioattive

Der Spiegel, importante settimanale tedesco, ha sollevato la questione dell’acqua contaminata da alti livelli di radioattività in Medio Oriente. 

Allarme acqua contaminata in Medio Oriente e Nord Africa, due regioni che già soffrono endemicamente di scarsità di risorse idriche. Ad aprire il dibattito è stato il settimanale Der Spiegel che ha dedicato alla vicenda un articolo molto approfondito partendo dalla Giordania, paese che ha investito oltre 1,2 miliardi di dollari in un progetto di ingegneria idraulica. Il problema è che il Medio Oriente è costretto a pompare quotidianamente milioni di litri di acqua da antiche falde acquifere che contengono altissimi livelli di radioattività naturale, e secondo gli esperti queste contaminazioni aumenterebbero il rischio di tumori per milioni di persone. Secondo i test effettuati dagli esperti l’acqua conterrebbe alti livelli di radioattività, ben al di sopra del limite consentito dalla Organizzazione Mondiale della Sanità. Ma la Giordania non è l’unico paese a rischio, tutto il Medio Oriente e parte del Nord Africa condividono infatti lo stesso problema. Uno studio della Duke University di Durham, North Carolina, pubblicato nel febbraio 2009 dalla rivista Environmental Science & Technology, riportava i risultati relativi a 37 campioni di acqua estratti dalla falda di Disi (vecchia di 30.000 anni): fino a 30 volte più radioattivi degli standard OMS. Ma da dove deriva questa radioattività? La radioattività è causata dall’uranio naturale e dal torio che si depositano sulle rocce sedimentarie. Col tempo producono radio, che può provocare cancro alle ossa. Due isotopi, il radio-226 e il radio-228, con una vita media rispettivamente di 1.600 e sei anni, sono particolarmente pericolosi. In base ai dati della Duke University, il settimanale tedesco ha ricalcolato l’entità del rischio per la salute delle popolazioni locali, ed è un rischio molto alto dal momento che i livelli di radiazioni sono tra 10 e 15 volte superiori agli standard OMS.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top