Medio Oriente. Parla Fidel: "Usa e suoi alleati preparano un genocidio del popolo arabo"Tribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Medio Oriente. Parla Fidel Castro: “Usa e suoi alleati preparano un genocidio del popolo arabo”

Fidel Castro, leader incontrastato della Rivoluzione Cubana, ha avvertito questo martedì che il governo degli Stati Uniti e i suoi alleati occidentali e mediorientali si preparano a perpetrare un genocidio contro i popoli arabi avvalendosi di menzogne e manipolazioni mediatiche proprio come le precedenti avventure in Kosovo, Iraq, Afghanistan e Libia.

Fidel Castro da qualche anno si è ritirato a vita privata rinunciando a ogni incarico nel governo cubano e cedendo il potere al fratello Raùl. Fidel però non rinuncia a dire la sua sui temi di attualità, mostrando come al solito uno straordinario senso della realtà a dispetto della sua età avanzata. Nelle sue riflessioni titolate “Menzogne su richiesta”, Fidel Castro ha avvertito che “molto presto accadranno eventi gravi. Non trascorreranno dieci o quindici anni senza che la nostra specie non correrà seri pericoli di estinzione“, un chiaro riferimento alla minaccia di un intervento militare americano e britannico in Siria. Il Comandante ha anche voluto riconoscere il coraggio del popolo arabo,che non si piega di fronte ai piani criminali e imperialistici dell’Occidente e nemmeno di fronte alla terribile minaccia di un attacco militare. Allo stesso modo Castro ha lamentato che le potenze imperialistiche dirigono da tempo l’attenzione mondiale contro “le forze patriottiche dell’eroica Siria“. A causa di tutto ciò Fidel ha quindi sostenuto che si stanno ormai già preparando le forze navali e aeree dell’Impero americano e dei suoi alleati per iniziare un genocidio contro i popoli arabi. Più nello specifico il Comandante ha lanciato accuse a tutti i membri della Nato, agli alleati internazionali degli Stati Uniti e tutti i paesi petroliferi alleati con l’Occidente per essere loro gli ultimi paesi che garantiscono l’accumulo mondiale di combustibili di origine vegetale, accumulati negli ultimi mille milioni di anni. Allo stesso modo riguardo all’originarsi di una guerra mondiale ha detto che nè Obama nè nessun altro potranno garantire una cosa diversa dall’ “estinzione”. “Lo dico per realismo”, ha aggiunto, augurandosi che questo suo disperato appello alla moderazione restituisca la speranza per l’umanità.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top