Medio Oriente. Ucciso capo di Hamas, rischio caos | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 22 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Medio Oriente. Ucciso capo di Hamas, rischio caos

Il comandante di Hamas Ahmed Jaabari è morto oggi a causa dell’esplosione della sua auto a Gaza, probabilmente per colpa di un raid di Israele. E ora il braccio armato di Hamas promette vendetta..

Proprio mentre l’Europa trattiene il fiato per la giornata di scioperi e scontri anche il Medio Oriente piomba nel caos. Erano parecchi giorni che le scaramucce tra Israele e Hamas ma l’incidente di oggi potrebbe letteralmente far saltare il banco. Il comandante militare di Hamas Ahmed Jaabari è rimasto ucciso oggi nell’esplosione della sua auto a Gaza, attribuita da fonti locali a un raid israeliano. A riferirlo la radio di Hamas, e Israele ha subito confermato l’azione. Jaabari, capo del braccio armato di Hamas, era stato ritenuto proprio dalle forze armate israeliane uno dei responsabili dell’organizzazione di alcuni attentati terroristici contro lo Stato di Israele.

Lo scopo di questa operazione  era colpire in maniera significativa la catena di comando della leadership di Hamas e della sua infrastruttura terroristica“, hanno detto in una nota i vertici delle forze armate israeliane. “Si è trattato di un’azione ‘chirurgica’ ” ha sostenuto il portavoce israeliano, secondo il quale il raid non ha colpito “persone innocenti“. Oltre ad Ahmed Jaabari, capo del braccio armato di Hamas, Israele ha ucciso oggi un altro responsabile militare della fazione islamica palestinese al potere nella Striscia di Gaza. Si tratta, ha precisato la radio militare, di Raed Attar. Non sono mancate le reazioni di Hamas, che ha affidato un comunicato alle brigate Ezzedine al-Qassam : “Uccidendo il capo militare di Hamas Ahmed Jaabari, Israele ha aperto le porte dell’inferno“.

Intanto la tensione è altissima dopo che l’esercito israeliano ha annunciato di aver avviato l’operazione “Colonna di Nuvola” contro Hamas e altre fazioni “terroristiche” nella Striscia. Nel pomeriggio a Gaza si sono verificati diversi raid con bombe su installazioni della polizia di Hamas e dense colonne di fumo che vanno verso l’alto. ”L’attacco contro Jaabari segna l’inizio di una campagna per colpire Hamas e le organizzazioni terroristiche a Gaza.Il primo scopo  è di riportare la quiete nel sud di Israele (bersaglio di lanci di razzi dalla Striscia, ndr) e il secondo di colpire le organizzazioni terroristiche“, lo ha detto il portavoce militare Yoav Mordechai, citato dal Jerusalem Post. Israele ha colpito oggi a Gaza, secondo il portavoce militare, diversi siti dove Hamas custodiva razzi con una gittata superiore ai 40 chilometri: dunque potenzialmente minacciosi per la zona centrale di Israele, Tel Aviv inclusa. Fonti militari israeliane aggiungono che una parte di questi siti erano allestiti in edifici civili.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top