Messico. Lo Stato chiede aiuto ai cittadini contro i narcosTribuno del Popolo
venerdì , 28 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Messico. Lo Stato chiede aiuto ai cittadini contro i narcos

Il Messico non ce la fa più a combattere contro i narcos, motivo per cui l’esercito e la polizia hanno stretto un’alleanza con le milizie di autodifesa in diverse zone del Paese. Un sodalizio stretto contro le bande di narcotrafficanti che hanno messo in ginocchio vaste zone del Messico.

Quanto è successo in Messico negli ultimi anni ci ha parlato di un Paese dilaniato dagli scontri intestini, con un governo spesso incapace di garantire la minima sicurezza ai suoi cittadini in diverse zone. Queste bande di narcotrafficanti hanno realmente messo in ginocchio il Paese al punto che per riuscire a riprendere il controllo del territorio polizia ed esercito non bastano più. Anche per questo si è stretto un sodalizio con le milizie di autodifese cittadine sorte spontaneamente in alcune regioni per difendersi dai narcotrafficanti. Il 9 febbraio le milizie di autodifesa hanno sfilato con la polizia e l’esercito per le strade di di Apatzingán, nello stato messicano del Michoacán. Ovviamente si è trattato di un semplice gesto simbolico, per festeggiare la ripresa del controllo della cittadina fin lì sotto la minaccia dei Caballeros templarios. Ma come sono composte queste milizie popolari che fronteggiano la criminalità organizzata? inizialmente sono piccoli proprietari terrieri e persone che si sono messe insieme per vendicarsi delle violenze subite, poi in un secondo momento si sono aggiunti loro emigrati di ritorno dagli Usa, ex narcos e membri di bande giovanili, come ha analizzato il quotidiano “El Universal”. Una sorta di privatizzazione della violenza per combattere il crimine che ben presto è stato adottato anche in altre regioni, decise a reagire a una violenza che negli ultimi anni ha provocato settantamila vittime. A gennaio inoltre quattro persone sono state uccise negli scontri tra esercito e milizie di autodifesa, con il primo che era stato mandato per disarmarle. Dopo un paio di settimane però le autorità sono riuscite a trovare un accordo con queste milizie riuscendo a integrarle in un corpo riconosciuto. Il discorso però è molto complesso dal momento che molte di quelle che oggi sono diventate bande di narcos originariamente erano nate come gruppi locali che dovevano difendere le comunità dal crimine e sono finite per diventare reti criminali a loro volta. Un film visto anche in Colombia dove il governo centrale per andare contro le Farc aveva creato e finanziato il gruppo paramilitare di destra delle Autodefensas unidas de Colombia (Auc), poi macchiatesi dei peggiori crimini del conflitto. In Messico però tali bande non verrebbero foraggiate dall’alto, anzi, sarebbero l’esito di un protagonismo dal basso, di conseguenza gli esiti cui potrebbero portare sono sostanzialmente imprevedibili, ancor più che i narcos sicuramente non si lasceranno attaccare senza combattere.

VAI SULLA PAGINA FB DE TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top