Messico. Privatizzato tra le proteste il settore energeticoTribuno del Popolo
martedì , 25 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Messico. Privatizzato tra le proteste il settore energetico

Con una storica ma controversa decisione il presidente del Messico Nieto ha approvato la legge di riforma dell’energia che privatizza il settore dopo oltre 75 anni. Esplodono subito critiche e proteste nel Paese. 

Addio monopolio pubblico sulle risorse energetiche. Lo ha deciso il presidente di centrodestra Enrique Peña Nieto, una misura presa per rilanciare l’economia messicana e approvata dal Parlamento. Per la prima volta dopo il 1938 le risorse energetiche messicane verranno privatizzate e lo Stato perderà così il suo monopolio. Il presidente Nieto aveva promesso questa svolta nel corso delle elezioni, ma dopo l’approvazione della legge proteste si sono alzate in tutto il Paese per quello che l’opposizione ha definito senza remore come un “tradimento”. Il Messico infatti è un Paese ricco di materie prime e il timore è che con la privatizzazione del settore energetico possa portare a un vero e proprio saccheggio delle sue risorse a tutto vantaggio dei paesi stranieri. La legge infatti prevede che l’ente petrolifero di Stato, la Pemex, possa firmare contratti con investitori privati, nazionali o esteri, o concedere loro licenze di estrazione o sfruttamento. Alcuni deputati della sinistra hanno provato a impedire che si tenesse il dibattito alla Camera, prendendo il controllo della tribuna e bloccando l’accesso alla sala dove era prevista la discussione con catene e lucchetti. Il coordinatore del Partito della Rivoluzione Democratica (PRD, tra quelli che si sono opposti alla riforma), Silvano Aureoles, ha detto:”Abbiamo capito che c’è una tendenza verso la privatizzazione. L’idea che consegnando la ricchezza nazionale si produca più sviluppo è falsa. Nel 2015 andremo al referendum popolare ed elimineremo questa riforma energetica“. Clamorosa poi la protesta di Antonio Garcia Conejo, deputato del PRD, che si è spogliato in mutande per mostrare il suo rifiuto alla legge.

muta

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top