Metalmeccanici: 19.000 posti in meno in un anno in Sicilia | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Metalmeccanici: 19.000 posti in meno in un anno in Sicilia

Diciannovemila posti di lavoro in meno in un anno e ottomila persone senza più sostegno al reddito.E’ il quadro drammatico riguardante l’industria metalmeccanica siciliana delineato oggi a Palermo dal segretario regionale Fiom, Rosario Rappa, durante l’assemblea dei delegati sindacali a cui ha partecipato anche il segretario nazionale, Maurizio Landini secondo il quale “si rischia che salti l’intero sistema industriale con un Mezzogiorno che pagherebbe un prezzo doppio”.

Tratto da www.zenzeroquotidiano.it

La Fiom ha annunciato che il 16 novembre prossimo, in occasione dello sciopero generale della categoria, ci sarà una manifestazione regionale anche in Sicilia: “Al centro della nostra iniziativa – ha spiegato Rappa – ci sono il lavoro e i diritti. Le imprese devono mantenere i rapporti di lavoro, anche con i contratti di solidarietà”. Il segretario regionale ha aggiunto che oltre a un piano per l’industria è necessario “un recupero sul fronte dei diritti”.

Quello nazionale ha quindi affrontato la vicenda della Fiat: per Landini, se l’azienda “non comincia a investire, se non dice quali sono i nuovi modelli si andrà incontro alla perdita di altre quote di mercato e all’aumento della Cig. La vera questione è questa, tutto il resto sono chiacchiere”. E il riferimento era anche a Cisl e Uil: “Piuttosto che raccontare ai giornali cosa dice Marchionne – ha detto Landini -, vengano assieme a noi a discutere con i lavoratori, gli unici che non possono discutere giacché da mesi non si fanno assemblee”. Per Landini inoltre è “grave andare a un tavolo facendo finta che Iribus o Termini Imerese non ci siano. Il fatto è che siamo di fronte a un depotenziamento delle attività produttive nel Paese e le foglie di fico non servono”. Quanto a Termini Imerese, per il segretario della Fiom “governo e Fiat non possono pensare che la partita sia chiusa. Fiat deve essere ricoinvolta per trovare nuove soluzioni che consentano di continuare a produrre e di salvaguardare l’occupazione”.

Patrizia Maltese

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top