Muos.Niscemi si ribella e scioperaTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Muos. Niscemi si ribella e sciopera

A Niscemi, in Sicilia, si sta preparando il primo sciopero generale cittadino contro il Muos, la base militare americana dove proseguono i lavori in barba allo stop richiesto dalla popolazione e dalle istituzioni. Il tutto con la connivenza del governo…

Photo Credit

Non c’è tregua a Niscemi, in Sicilia, dove la popolazione è comprensibilmente preoccupata dal fatto che i lavori per la realizzazione del Muos vadano avanti comunque, nonostante lo stop richiesto dalle istituzioni regionali e dai cittadini. Il 31 maggio ci sarà lo sciopero generale a Niscemi, e cittadini e attivisti hanno già cominciato le mobilitazioni cercando di sensibilizzare la popolazione in modo da ottenere una grande partecipazione popolare. Intanto però i mezzi da lavoro e gli operai continuano a entrare e uscire nella base Muos, e questo a dispetto delle ripetute rassicurazioni circa il fermo dei lavori. I lavori avvengono all’interno della base di guerra americana, dove la marina prosegue alacremente, come se avesse capito di dover affrettare i tempi. Proprio nelle scorse ore, mentre i lavoratori erano impegnati in un volantinaggio fra i lavoratori che sin dalle prime luci del giorno si recano al lavoro nei campi, due convogli con mezzi, uomini e materiali, fra cui una cisterna di carburanti, sono entrati alla base.Il passaggio è avvenuto dopo che la scorta della polizia ha vinto la resistenza delle mamme che frapponevano i loro corpi per impedire il transito dei convogli diretti alla base. Anche per questo motivo il Comitato No MUOS di Niscemi, il Comitato Mamme NO MUOS e il Coordinamento regionale dei Comitati NO MUOS hanno proclamato una giornata di sciopero generale a Niscemi per il 31 maggio; una giornata in cui tutte le attività lavorative, economiche, commerciali si fermeranno per ribadire il “no” di un intero territorio al Muos. Dalla base di Niscemi infatti gli americani potranno tranquillamente teleguidare i droni qua e là, utilizzando la Sicilia come base per controllare, e aggiungiamo noi per opprimere, il mondo.  Uno sciopero generale volto a dimostrare alle autorità americane e al governo italiano come tutta la popolazione di Niscemi sia unita nel rivendicare il diritto alla salute. Un messaggio volto a smascherare un governo che è ricorso al Tar contro la regione siciliana e che dimostra quindi di avere più a cuore le lobbies militari delle industrie di armamenti piuttosto che la salute dei cittadini.  Sabato 25 maggio a Catania ci sarà una conferenza stampa del movimento No Muos con Antonio Mazzeo, Samanta Cirinella del comitato mamme No Muos ed altri esponenti del coordinamento regionale No Muos.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top