Nato colpisce ospedale MSF a Kunduz: "Danni collaterali"Tribuno del Popolo
sabato , 27 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Nato colpisce ospedale MSF a Kunduz: “Danni collaterali”

Siamo al farsesco: Gli Usa e la stampa occidentale accusano la Russia di aver ucciso dei civili nel corso dei raid contro lo Stato Islamico, poi il giorno dopo arriva la notizia di un bombardamento della Nato che ha colpito “per errore” l’ospedale di Medici senza Frontiere di Kunduz in Afghanistan. Ovviamente per gli Usa si tratta di “danni collaterali”, mentre l’agenzia di stampa afghana AIP parla di almeno cinquanta morti. #DoubleStandard

Ben tre sanitari di Medici Senza Frontiere sono rimasti uccisi a causa del bombardamento della Nato sulla città di Kunduz che ha colpito anche il loro ospedale. La Nato ha colpito la città sulla base del fatto che sarebbe stata occupata dai talebani nei giorni scorsi, e ovviamente ha derubricato l’incidente come “danni collaterali”. Eppure i media afghani, tra cui l’agenzia di stampa AIP, accusano la Nato del fatto che nel bombardamento dell’ospedale sarebbero morte almeno cinquanta persone. Nessuno  però sembra più di tanto turbato da quelli che la Nato tradizionalmente derubrica come “danni collaterali”, insomma un errore bello e buono ma di cui nessuno chiamerà gli Usa a rendere conto. Loro, si sa, possono sbagliare a differenza di altri a cui viene immediatamente affibbiata la patente di “macellaio” alla prima occasione.  Il portavoce del ministero della Sanità afghano, Wahidullah Mayar, ha confermato che quello dei tre medici uccisi e di oltre 37 feriti sarebbe “il bilancio ufficiale dell’attacco aereo da parte di forze statunitensi“, ma come detto il bilancio potrebbe essere molto peggiore.

MSF in un comunicato ha raccontato quanto successo: “Alle 2,10 locali  il Centro traumi di Kunduz è stato ripetutamente colpito durante un intenso bombardamento ed è rimasto gravemente danneggiato. Tre membri dello staff sono morti e di altri 30 non si hanno notizie. Il personale presente sta lavorando senza tregua per fare tutto il possibile per garantire la sicurezza dei pazienti e del personale dell’ospedale. Siamo profondamente scioccati da questo attacco, dall’uccisione di membri del nostro staff e di pazienti e dai gravi danni inflitti alla sanità di Kunduz. Non sappiamo ancora quale sia il bilancio delle vittime ma la nostra squadra medica sta fornendo l’aiuto di emergenza, curando i pazienti ed il personale di MSF feriti e cercando di contare le persone decedute. Rivolgiamo un appello a tutte le parti a proteggere la sicurezza delle strutture mediche e del personale che vi lavora”. Il comunicato è stato firmato dal direttore delle operazioni di Medici Senza Frontiere, Bart Janssens. Conferme sono arrivate anche dalle forze Nato, con il colonnello Brian Tribus che ha ammesso: “Il bombardamento può aver causato danni ad una vicina struttura medica“.

Persino i talebani hanno condannato oggi quello che è stato definito come “selvaggio attacco” da parte delle forze americane di un ospedale civile a Kunduz City. Non solo, sempre i talebani (Fonte La Stampa) hanno scritto nel comunicato che tale gesto mostrerebbe al mondo “la natura spietata ed ipocrita degli invasori e dei loro mercenari”.

Ecco come Cecilia Strada ha commentato l’accaduto su Facebook: “La NATO ha bombardato un ospedale di MSF a Kunduz in Afghanistan: 3 morti, molti feriti e dispersi. Solidarietà ai colleghi di MSF, vittime di un attacco scioccante e inaccettabile. Alla NATO invece vorrei dire una cosetta: è anche questo un “errore”, un “danno collaterale”? quanti ne avete fatti in questi anni? forse è il momento di ammettere “siamo talmente incapaci che non distinguiamo un ospedale da un talebano; scusate, vi abbiamo raccontato finora che siamo i più forti del mondo, invece siamo dei poveri idioti”. oppure die che l’avete fatto apposta, che non ve ne frega niente della vita umana o del diritto umanitario: sareste più credibili. Che tristezza, e che rabbia”.

 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top