Nato. Una pioggia di milioni per l'UcrainaTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Nato. Una pioggia di milioni per l’Ucraina

Nato. Una pioggia di milioni per l’Ucraina

La Nato ha annunciato di voler versare nuovi fondi alla Difesa dell’Ucraina per aiutare con logistica e cyber difesa. Lo ha confermato lo stesso segretario generale della Nato Rasmussen, mostrando quindi l’intenzione dell’Occidente di sostenere ad ogni modo il governo di Kiev. 

La Nato ha deciso di inviare altri soldi, tanti soldi, a Kiev. Questa volta saranno fondi destinati quasi integralmente alla Difesa, e quindi fondi inviati per la logistica, per la difesa cibernetica e altro, il tutto confermato dallo stesso Rasmussen, che dimostra di avere molto a cuore la questione dell’Ucraina. Così un governo come quello di Poroschenko, diventato presidente grazie a elezioni avvenute in un clima di guerra civile e che non hanno visto la partecipazione dell’Est del Paese, viene sostenuto a piene mani dall’Occidente, che finge di non vedere le violenze continue subite dalla popolazione civile e l’impiego di bande di estrema destra paramilitari come la Guardia Nazionale. Non basta, e come per alzare ancora l’asticella delle provocazioni nei confronti di Mosca, la Nato vuole inviare una pioggia di milioni all’esercito ucraino. L’annuncio è avvenuto, come ci spiega Russia Today, dopo l’incontro tra i ministri degli Esteri della Nato e la controparte ucraina Pavlo Klimkin, incontro avvenuto nelle scorse ore a Bruxelles. Sorprende la differenza con cui la Nato si rapportava con Yanukovich e con la quale invece ora si rapporta con Poroschenko, mostrando che evidentemente la Nato è tutto tranne che super partes nelle vicende ucraine. Durante il meeting i ministri avrebbero discusso di come rafforzare la capacità della Nato di assistere i suoi partners per migliorare difesa e sicurezza. Non solo, si sarebbe discusso attivamente anche della Georgia, che si vorrebbe avvicinare alla Nato, con conseguenze ovviamente devastanti per la pace mondiale.  Insomma lo schema è semplice, la Nato utilizza lo spauracchio della Russia per giustificare la costruzione di un vero e proprio schieramento di guerra nell’Europa centrale e dell’Est con il deliberato obiettivo di allontanare, con la forza se necessario, l’Europa da Mosca, anche se questo ovviamente va solo a vantaggio degli Stati Uniti, che così potranno vendere il loro gas liquefatto all’Europa.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top