New York scopre il suo sindaco "rosso" Bill De BlasioTribuno del Popolo
domenica , 22 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
New York scopre il suo sindaco “rosso” Bill De Blasio

New York scopre il suo sindaco “rosso” Bill De Blasio

Il primo dell’anno Bill de Blasio ha prestato giuramento di fronte alla City Hall di New York. E’ il primo democratico a svolgere il ruolo di sindaco dopo vent’anni, e ha già promesso una autentica svolta contro le disuguaglianze. 

Bill De Blasio rappresenta sicuramente una delle notizie più interessanti provenienti da Oltreoceano. De Blasio infatti ha giurato il 1 gennaio 2014 come nuovo sindaco di New York proprio di fronte alla City Hall, prendendo quindi ufficialmente il posto che fu di Michael Bloomberg, controverso sindaco repubblicano che ha lasciato dopo 12 anni di servizio. La New York ereditata da De Blasio è una New York impoverita, vittime delle disuguaglianze, dove il bisogno di giustizia sociale ha creato le premesse per la vittoria dell’italo-americano amico di Clinton e accusato di essere un “rosso” dai repubblicani. Proprio De Blasio, in compagnia di Bill Clinton, ha tenuto la cerimonia formale di fronte alla City Hall, che ha raggiunto prendendo la metro come un cittadino qualsiasi. Daremo speranza a molte persone della nostra città Diventeremo una città unita e non sarà facile. Questo richiederà tutto il nostro impegno e non potrà essere fatto solo da me, sarà opera di tutti noi”, ha detto De Blasio, consapevole di giocarsi molto essendo il primo sindaco democratico dal 1993 a oggi. De Blasio dal conto suo ha già fatto sapere di non volere più auto blu e scorte costose, un modo per mostrarsi coerente con il messaggio che ha lanciato in sede di campagna elettorale, ovvero basta con i privilegi. Si apre quindi una nuova era per New York? Vedremo se De Blasio manterrà la parola: “Chiederemo ai più ricchi di pagare un po’ di più in tasse. Non vogliamo aspettare, vogliamo agire ora, con un po’ di sacrificio anche dei più benestanti si possono migliorare i servizi sociali, a partire dagli asili e dalle scuole”.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top