Nicaragua. Pechino costruirà canale interoceanicoTribuno del Popolo
lunedì , 23 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Nicaragua. Pechino costruirà canale interoceanico

Il presidente del Nicaragua, Daniel Ortega, ha annunciato la costruzione di un canale che collegherà il Pacifico con i Caraibi con la partecipazione cinese.

Photo Credit

Un canale transoceanico in grado di collegare l’oceano Pacifico con i Caraibi è sempre stato un sogno per il Nicaragua. Daniel Ortega, presidente del Nicaragua, ha però recentemente rispolverato questa idea per cui era stato presentato un disegno di legge per la sua attuazione lo scorso giugno. Il governo ha riferito che sta lavorando al progetto con “una grande azienda della Repubblica Popolare della Cina” e che questo avrà un costo non inferiore ai 31 miliardi di euro. Managua ha già stabilito un Ufficio del Grande Canale ad Hong Kong, anche se non ha ancora comunicato il nome dell’azienda in questione né fornito ulteriori dettagli. Secondo tutti però si tratterebbe della compagnia di telecomunicazioni cinese Xinwei, alla quale l’anno scorso l’ente delle telecomunicazioni del Nicaragua, Telcor, ha dato la licenza per operare nel sistema delle comunicazioni del paese.Sempre nel 2012, ProNicaragua, agenzia semi-pubblica per la promozione degli investimenti, aveva firmato un memorandum d’intesa con un’impresa di recente formazione e con sede a Hong Kong: HK Nicaragua Canal Development Investment Co. Ltd, il cui presidente, Wang Ji, dirige anche Xinwei Telecom Enterprise Group.Il governo, riporta la stampa locale, ha assegnato ad un consorzio olandese formato dalle imprese Royal HaskoningDHV e Ecorys il contratto per realizzare uno studio di fattibilità per la costruzione del canale. Lo studio, il cui costo si aggira attorno ai 556.500 euro, sarà presentato a breve. Il consorzio dovrà analizzare la viabilità tecnica, economica e finanziaria della costruzione del canale, tenendo conto dell’impatto ambientale del progetto. La realizzazione di quest’opera solleverà parecchie polemiche con il Costa Rica, con San Josè che ha citato il Trattato dei Confini del 1858, sottolineando come Managua non possa realizzarlo senza prima ottenere l’assenso del Costa Rica.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top