Impresa e Lavoro

Noleggio a lungo termine targa bulgara: si puo fare? conviene? GUIDA COMPLETA

Hai una ditta e hai bisogno di una flotta di veicoli, oppure stai cercando la maniera di avere un’automobile di alto standing ma senza spendere uno sproposito?  È il momento di conoscere varie possibilità attualmente disponibili sul mercato che sono quelle di: affittare un’automobile a lungo termine in Italia, affittare una vettura sempre a lungo termine in Bulgaria o un altro paese estero (Romania, Slovenia, Germania sono altre opzioni comuni), fare un leasing, o immatricolare direttamente una targa all’estero. Insomma le opzioni sono varie e lo scopo principale è quello di ridurre in questo modo il più possibile i costi di mantenimento di una o più automobili.

La finalità, in un caso o nell’altro, è quella di spendere molto meno per l’uso di una macchina o di una moto, dato che esiste la possibilità di ottenere vantaggi simili anche per una due ruote.

Noleggio a lungo termine, come funziona?

Prima di tutto dobbiamo spiegare in cosa si differenziano quello a lungo termine da quello a breve termine o a tempo determinato. Il primo si distingue per i seguenti fattori:

  • Il noleggio a lungo termine va contrattualizzato con un accordo della durata da 2 ai 5 anni.
  • Durante i mesi di contratto chi affitta l’automobile ha diritto all’uso della vettura pagando un canone mensile, mentre la compagnia si occuperà di tutte le spese di mantenimento quali assicurazione, bollo, collaudo ecc.
  • Generalmente il prezzo di noleggio concordato a inizio contratto si mantiene invariato durante tutti i mesi pattuiti.
  • Essendo un contratto con un periodo molto più lungo di quanto possa essere un noleggio a breve termine i prezzi sono molto più bassi, diciamo che più lungo è il periodo accordato, meno costerà affittare l’automobile.
  • In caso il noleggio lo portasse a termine una ditta, o un libero professionista, avrebbe i vantaggi fiscali relativi al noleggio e quindi potrà dedurre l’IVA corrispondente ai mesi di uso del servizio.
  • Le ditte straniere che lavorano in Italia, hanno sede nel nostro paese, una garanzia ulteriore per coloro che contrattano il servizio.

Ed ecco che a questo punto entra in gioco anche la possibilità di usufruire di un servizio di questo tipo, ma invece che essere offerto da una ditta italiana con la flotta di veicoli immatricolati in Italia sarebbe promosso da una azienda bulgara, o estera, e pertanto con una flotta di veicoli aventi targa bulgara, appunto.

Noleggio a lungo termine targa bulgara o straniera, è un rischio?

In caso di portare a termine un accordo di noleggio a lungo termine con una ditta bulgara è importante essere al corrente dei seguenti punti:

  • Prima di tutto, avere a che fare con una ditta estera implica la problematica di non poter avere direttamente a che fare con la persona responsabile e non essere tutelati dalla legge Italiana in caso di frode.
  • Inoltre, si dovranno fare i conti con la legislazione italiana che indica che qualsiasi vettura straniera che circoli in Italia, può farlo per 12 mesi consecutivi dopo i quali però dovrà abbandonare il paese, o immatricolare il veicolo in Italia. Cosa significa? Che di solito essendo i contratti di Noleggio a lungo termine dai 2 ai 5 anni, rischiamo che dal secondo anno in poi ci possano multare per non aver effettuato l’immatricolazione dell’automobile in Italia.
  • Solitamente, i Noleggi a lungo termine con dite straniere richiedono la sottoscrizione, da parte della persona che noleggia, di un finanziamento o un leasing della durata di 4 o 5 anni tenendo conto però che l’automobile sarà per tutta la durata del contratto di proprietà della ditta bulgara. Questa situazione è rischiosa, dato che in caso di fallimento della ditta, non ci sarebbe nessuno ad occuparsi del pagamento di bollo, assicurazione ecc. e quindi si rimarrebbe senza servizio, ma con il debito da pagare.

E se immatricolo la mia automobile con targa bulgara?

Oltre alle due opzioni sopra indicate di noleggio a lungo termine esistono compagnie che offrono un ulteriore servizio: l’immatricolazione di una vettura italiana in Bulgaria. Anche in questo caso, il vantaggio che si otterrebbe a breve termine è di risparmio sui costi di immatricolazione e di spese dell’automobile, come indicato da una di queste agenzie, Revolutioncarltd.eu. Ma quali sono i requisiti necessari?

  • Prima di tutto il cambio di titolarità del veicolo, si, avete capito bene. Il veicolo non sarà più a nome vostro ma a quello di un collaboratore della compagnia dato che la proprietà deve essere di una persona residente in Bulgaria. A detta delle ditte che lo gestiscono, senza nessun rischio, ma vai a sapere tu!
  • Per poter immatricolare la prima volta l’automobile è necessario portarla in Bulgaria personalmente o, anche per questo, affidarsi ai servizi dell’agenzia.

Insomma, ci sono molte opzioni legate alla targa estera e alla conseguente riduzione dei costi di mantenimento dell’automobile, ma siamo sicuri che conviene? Abbiamo trovato opinioni a favore e altre contro e abbiamo cercato di esporre in modo più chiaro possibile i punti principali di ogni contratto. Ma voi cosa ne pensate?