Nord Corea. Allertato esercito per colpire basi Usa | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Nord Corea. Allertato esercito per colpire basi Usa

Nord Corea. Allertato esercito per colpire basi Usa

Pyongyang ha deciso di tenere in “standby” le basi missilistiche in vista di un attacco contro le basi americane in Usa e Pacifico meridionale. “E’ giunto il tempo di fare i conti con gli imperialisti americani vista la situazione”, ha detto ai media di Stato Kim Jong-Un.

north-korea-rockets-us-bases.si

Solo vuote minacce quelle della Nord Corea? Così era sempre stato, almeno fino a pochi giorni fa. Ieri è successo qualcosa di diverso dal momento che Pyongyang ha ordinato l’allerta ufficiale di tutte le sue armi missilistiche, questo in risposta al sorvolo di un bombardiere B-52 della penisola coreana durante l’addestramento congiunto degli esercito di Washington e Seoul. Kim Jong-Un ha dichiarato al Kcna che le “forze rivoluzionarie della Corea del Nord reagiranno alle minacce nucleari americane con uno spietato attacco nucleare, e  a una guerra di aggressione con una vera guerra di giustizia“. L’ordine di mettere in allerta le truppe strategiche nordcoreane è stato firmato nel corso di un meeting segreto dei vertici nordcoreani. Il piano prevede che i missili balistici vengano puntati verso le basi americane nel Pacifico, incluse Hawaai e Guam, e verso la Sud Corea.  Nel caso di altre provocazioni da parte degli Stati Uniti, vedi il sorvolo delle scorse ore del B-52, Pyongyang ha fatto sapere di essere pronta a lanciare immediatamente un attacco. In Nord Corea inoltre i media locali mostrano da ore ai propri cittadini immagini che testimoniano delle capacità militari della Nord Corea, e si è intravista anche una cartina con la mappa degli Stati Uniti, segno che esisterebbero dei piani di attacco nucleare.

Secondo gli esperti i missili nordcoreani non sarebbero in grado di colpire il territorio americano, anche se potrebbero forse arrivare fino in Alaska. A Pyongyang invece sostengono di essere in grado di colpire anche Los Angeles, Washington e Austin. Secondo fonti nordcoreane inoltre, migliaia di cittadini si sarebbero radunati nella piazza centrale di Pyongyang per esprimere il proprio supporto al governo in vista della possibile guerra che potrebbe scoppiare da un momento all’altro.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top