Nord Corea. Ancora tensioni: Usa inviano navi da guerraTribuno del Popolo
venerdì , 28 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Nord Corea. Ancora tensioni: Usa inviano navi da guerra

Non cala la tensione all’ombra del 38esimo parallelo. Pyongyang ha sostituito uno dei generali più autorevoli con un giovane sconosciuto, è questa la risposta del governo nordcoreano alle nuove esercitazioni militari americane al confine, interpretate ovviamente come provocazioni.

Photo Credit

Nelle settimane scorse la tensione che si era creata all’ombra del 38esimo parallelo è andata progressivamente scemando. In molti si erano spaventati quando Pyongyang ha cominciato ad alzare i toni invocando persino lo spettro di un’olocausto nucleare, ma lentamente le cose sono tornate a posto, e Kim Jong-Un ha fatto portar via i missili Musudan dalle rampe sulla costa est, facendo preludere a un abbassamento della tensione. Il generale Kyok-Sik, lo stesso che nel 2010 aveva ordinato il bombardamento contro un’isoletta sudcoreana provocando diversi morti e una crisi diplomatica, è stato nominato al suo posto lo scorso novembre, mentre l’agenzia di stato KCNA ha annunciato che il relativamente sconosciuto generale Jang Jong-Nam è ora il nuovo ministro delle forze Armate nordcoreane. Pyongyang non ha commentato questo cambio ai vertici, ma gli esperti ritengono che sarebbe parte delle mosse decise dal regime nordcoreano per raffreddare le tensioni nella regione. Ma mentre Pyongyang, all’apparenza, offre concessioni, gli Stati Uniti hanno spostato la portaerei nucleare Nimitz è stata ancorata al porto di Busan, in Sud Corea, sabato. La nave prenderà parte alle manovre di ricerca e salvataggio previste in mare a partire da lunedì, parte di nuovi addestramenti congiunti con la marina della Sud Corea.  Come prevedibile Kim Jong-Un e il governo nordcoreano hanno chiamato l’addestramento una “grave provocazione militare” che rischia di alzare nuovamente la temperatura sulla penisola coreana. Gli Stati Uniti e la sua alleata Corea del Sud hanno condotto più di una dozzina di addestramenti congiunti nell’ultimo anno, alcuni dei quali hanno previsto l’impiego di migliaia di soldati. Attualmente sarebbe in corso un addestramento congiunto di guerra antisottomarina proprio nel Mar Giallo. Ciclicamente la Nord Corea denuncia regolarmente questi addestramenti come provocazioni, suggerendo che possano essere azioni di copertura per mascherare possibili attacchi. Secondo gli esperti Washington starebbe cercando di adattare le sue forze militari e prepararle dopo il terzo test nucleare operato dalla Nord Corea il 12 febbraio. La mossa era stata condannata dalla comunità internazionale , e le Nazioni Unite avevano deciso sanzioni contro Pyongyang. Tuttavia proprio la Nord Corea insiste di aver bisogno di armi nucleari per difendere la sovranità nazionale da Washington e Seoul.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top