Nord Corea. Chi si oppone alla pace tra Seoul e Pyongyang?Tribuno del Popolo
lunedì , 23 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Nord Corea. Chi si oppone alla pace tra Seoul e Pyongyang?

A circa due mesi dal “grande bluff” di Pyongyang, che era arrivata secondo i media occidentali a minacciare una guerra nucleare, è tempo di primi bilanci. Siamo sicuri che sia la Corea del Nord a non volere la pace?

Photo Credit

Fino a due mesi fa i media internazionali avevano presentato un quadro della situazione tra le due Coree drammatico, con Pyongyang che sarebbe stata pronta, da un momento all’altro, anche a scatenare una guerra nucleare contro Stati Uniti e Sud Corea. Secondo quanto riportato da RT.com però, oggi la Corea del Nord avrebbe espresso il desiderio di stipulare un trattato di pace ufficiale con la Corea del Sud dal momento che le due nazioni sono ufficialmente in stato di guerra sin dal 1950, quando era cominciata la guerra di Corea. Sarebbe stata Pyongyang a chiamare per un trattato che sostituisca l’armistizio segnato alla fine della guerra di Corea nel 1953, con un trattato di pace formale per migliorare la stabilità della penisola coreana. La notizia è stata diffusa anche da Yonhap, agenzia di stampa della Corea del Sud. In un articolo pubblicato sul Rodong Sinmun, il giornale ufficiale del Partito Comunista della Nord Corea, si sosteneva che gli sforzi per preservare l’armistizio siglato al termine della guerra di Corea potrebbe essere visto solamente come un tentativo di preparare una nuova guerra. Con una pace formalizzata tra i due paesi secondo il giornale, si supererebbe anche l’attuale stallo sulla questione delle armi nucleari della Nord Corea. In effetti sembra del tutto atipico che esista un armistizio in vigore da oltre sessant’anni, ma secondo il quotidiano della Nord Corea i veri responsabili dell’assenza di un trattato di pace sarebbero gli Stati Uniti, accusati di aver posto il veto a ogni tentativo di siglare un trattato di pace.

La Guerra di Corea tra il 1950 e il 1953 vide l’esercito degli Stati Uniti schierare oltre 300.000 soldati in Sud Corea per combattere contro i nordcoreani e i cinesi. Il conflitto ha lasciato la pensiola coreana divisa lungo il 38esimo parallelo, anche noto come la zona demilitarizzata con entrambi i paesi che ammassano soldati e attrezzature militari lungo i confini. A oggi sono circa 28.500 i soldati americani stanziati all’interno della Sud Corea, e questa intensiva cooperazione militare tra i due paesi rimane una continua fonte di minacce per Pyongyang. Ogni anno Seoul e Washington conducono esercitazioni militari congiunte che, ciclicamente, attirano il risentimento della Corea del Nord, che forse non del tutto a torto pensa che siano i preparativi per una guerra. Ma c’è di più. Ovviamente i media occidentali non lo hanno detto ma le esercitazioni militari tra Usa e Sud Corea non andrebbero viste solamente come una provocazione, ma anche come una diretta violazione dell’armistizio del 1953. Questo sarebbe il motivo per cui Pyongyang ha preso la decisione di annullare unilateralmente il patto di non aggressione in modo da poter rispondere alle eventuali minacce.  Il 12 febbraio poi, il regime nordcoreano ha informato il mondo di aver realizzato un test nucleare sotterraneo, il terzo in sette anni. Ciò ha provocato l’ira e il risentimento delle organizzazioni internazionali che hanno subito lanciato sanzioni contro Pyongyang. A quel punto la Nord Corea ha alzato il livello della sua retorica, minacciando un attacco preventivo nei confronti degli Stati Uniti, niente altro che minacce sterili vista la differenza delle forze in campo. In pochi sanno però che prima e dopo che la Nord Corea ha condotto i suoi test nucleari, ha ospitato due personaggi di alto profilo americani. Si tratta di Eric Schimdt, il capo di Google, e della star dell’Nba Dennis Rodman. Schmidt ha incontrato tutti i politici della Nord Corea, e Rodman è arrivato assieme ad altri atleti, pagato per una visita nel Paese comunista. Come mai Pyongyang ha da un lato invitato personalità importanti degli Stati Uniti in casa propria per, poi dall’altro, minacciare una guerra nucleare? Chi è che veramente ha interesse nella divisione militarizzata delle due Coree? e a che pro?

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top