Nord Corea. Riattivato reattore di YongbyonTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Nord Corea. Riattivato reattore di Yongbyon

 

Ancora tensione a Pyongyang dopo che la stampa internazionale ha aperto con la notizia che la Corea del Nord avrebbe riattivato un reattore nucleare. A confermare la notizia anche l’Istituto per l’energia atomica del Nord proprio mentre si fa largo l’idea che Pyongyang nei prossimi giorni possa effettuare un nuovo test con missili nucleari. La Corea del Nord mostra quindi i muscoli in risposta all’esercitazione annuale congiunta Sud Corea-Usa a breve distanza dal confine. 

Era appena stata superata l’ennesima crisi sull’asse Seoul/Pyongyang, al punto che si pensava che si potesse assistere  finalmente a un periodo di relativa calma nella penisola coreana. E invece questa mattina tutta la stampa internazionale ha aperto con titoli preoccupati sul fatto che Pyongyang avrebbe riattivato un importante reattore considerato anche la sua principale fonte di plutonio. La notizia in questione sarebbe stata confermata anche dall’Istituto per l’energia atomica del Nord ed arriva proprio quando le voci circa un imminente test nucleare da parte della Corea del Nord si stanno facendo più insistenti. Si tratterebbe del lancio di un nuovo razzo a lungo viaggio che violerebbe le risoluzioni Onu, e tale visione sarebbe confermata anche dall’ammissione arrivata dall’agenzia ufficiale nordcoreana Kcna secondo cui il direttore dell’Istituto ha spiegato che il complesso nucleare di Yongbyon ha ripreso le normali operazioni.

Le autorità nordcoreane inoltre hanno anche annunciato di essere pronti a rispondere all’ostilità degli Stati Uniti con armi nucleari in qualsiasi momento e di stare lavorando per migliorare la capacità delle armi nucleari del Paese in quantità e qualità (Fonte, agenzia Kcna). Affermazioni molto forti ma che vanno contestualizzate. e soprattutto non è la prima volta che Pyongyang utilizza questi termini aggressivi nei confronti degli Usa e della Sud Corea. Secondo molti sarebbero posizioni meramente difensive volte a dissuadere potenze straniere da una eventuale invasione, a scopo deterrente quindi, anche se lunedì l’Amministrazione dello Sviluppo Aerospaziale della Nord Corea ha detto che Pyongyang ha già completato un nuovo satellite di osservazione. Chiaramente Seoul ritiene che questi satelliti in realtà non siano altro che missili a lungo raggio. La sensazione è che si sia di fronte al solito balletto di qualche tempo fa, quando Pyongyang minacciò apertamente gli Usa di una rappresaglia nucleare se non avessero terminato le esercitazioni con la Sud Corea al ridosso del confine con la Corea del Nord.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top